OCR Interpretation


La nostra terra. [volume] (Hurley, Wis.) 1904-191?, February 01, 1908, Image 1

Image and text provided by Wisconsin Historical Society

Persistent link: https://chroniclingamerica.loc.gov/lccn/sn85040650/1908-02-01/ed-1/seq-1/

What is OCR?


Thumbnail for

If Vou Wouic
...REACH THE PEOPLF
A DVERTI3E IN ‘LA NOSTRfI ~ÈrRS
If You Would
...REAP RICH RETURNS...
fIDVERTISE IN Lfl NOSTRA TERRA
ANNO V. NUM. 5
AFRICA ed
ARGENTINA.
t *
Noi stiamo per diventare molto com
jiétenti in geografia africana. Se n’é in
•.ancata l’ultima razza degli abissini a
Lugh, Lugli che ha case semicircolari,
cilindriche, ed a pareti piane..
Molte forme di case, ma l'abitazione
mal ricura tra i conflitti delle razze e
Si-rèi: gfòneT''"'—
Ora sia consentito ad un italiano che
ha un suo non lieve rimorso, di assolver
si dalla cui a. v
Mentre l’Africa ridiviene, sanguinosa
mente, di moda, la posta eztraoceaniea
reca notizie di un episodio delia vita di
Buenos Ayres, la metropoli della grande
repubblica Argentina.
Niente di tragico là, questa volta. Si
tratta di un banchetto ad un giornalista
italiano che da parecchi lustri vive in
Buenos Ayres: il commendatore Basilio
Cattadini, direttore della Patria degli
Italiani.
Nel suo giubileo giornalistico gli ami
ci, i colleghi e gli ammiratori gli offri
rono pergamene e medaglie. N
E al levare dei calici parlò fra gli al
tri il ministro degli Esteri delle repub
blica signor Zeballos.
Non é qui in lode del comm. Cittadi
ni, che noi scriviamo queste righe. Quel
già antico combattente della penna ha
vissuto cosi’ a lungo e cosi’ aspramente
ha dovuto fare la sua battaglia, che co
me ha persone le quali lo ammirano,
certe altre ne ha che gli sono irreduci
bilmente avverse. Di più egli parteci
pò dei sogni diversi di diverse genera
zioni, ora profondamente ribelle, ora
riconciliato alla politica ufficiale del suo
tempo, ed é naturale che ciò gli ha de
terminato intorno fervide simpatie e i
dissidi che non perdonano. Ma nel ban
clm.ìAld*oiU ì'uiuinà pósta argentina
ci informa l’individuo non era più che
un pretesta o per dirlo con maggiore let
teratura un simbolo. Nel suo nome era
una, solennità di spiriti italiani che si ce
lebrava.
E allora il facto della presenza del mi
nistro degli Esteri della repubblica alla
festa acquista un valore che supera la so
lita cronaca.
Il ministro Zeballos é nn oratore affa
scinante ed un amico della Italia nostra
che non si manifesta solo nelle ore in
cui piti brillano i doppieri e i calici si
colmano oppena vuotati.
Che cosa disse? Rese omaggio ai lavo
ro delia colonia. Riconobbe alla nostra
coltura i pregi ed i titoli che ha nelle
formazione della civiltà argentina.
Proclamò che la ripubblica dovrebbe
trovar modo di estrinsecare politica
mente la sua simpatia e la sua gratitu
dine,
La no s :ra patria, ha proclamato quel
geniale uomo di Stato, sicura della sua
sovranità, del suo diritto dovrebbe però
poter accogliere anehe nelle sue aule le
gislative alcuni di questi ospiti che le
han dato genio e lavoro.
iientie cioè in Italia non si discute
ancora : e non si discuterà mai seriamen
te) .sull'utilità e. sulla qualità di una
qualsiasi rappresentanza delle colonie
italiane ielle Americhe al Parlamento
in Roma, per proprio conto un paese
-dell’America del sud, il quale é in un
periodo di recente formazione, e potreb
be quindi avere maggiori le diffidenze e
più acuto l’orgoglio, si propone il pro-
Per òd-ae 7 fare le nostre leggi
non consulteremo almeno gli ospiti? La
repubblica argentina, ognuno sa, ha me
no di sei milioni di abitanti ed ottocento
mF& sono dichiarati dalle statistiche ita
liani.
Ecco il rimorso di chi scrive queste ri- j
geo. E toccato anche a lui due volte di
pausare l'Oceano e di visitare la fontana
ceri a vasta quasi dieci volte più che l'l
talia. Il viaggio é tanto agevole, tanto
romane, che chi ci va forse anche con
un segreto proposito di studiare, di sa
pere e di far sapere, poi torno piena di
sciocca paura di sembrare uno sciocco
se narrerà qualcosa di ciò che vide.
“Vorreste forse scoprire l'America ?
domandano gli scettici. Ed avvertono
che l'America fa scoperta da parecchi
secoli. Sono parecchi secoli che il gran
mare di acqua dolce, in cui gli spagnuo
li speravano di trovare ori ed argenti
senti il palpito delle vele latine.
Eppure quanta ignoranza tuttora!
Fino al 1906 sanno i lettori a chi la
Libreria S. Rosen di Venezia spediva il
suo Bollettino Trimestrale? A “Buenos
Ayres” (Brasile).
Cosi’ nel Manuale di Geografia Com
merciale di Primo Lanzoni, edito dai
Barbera e premiato dal R. Istituto Ve
neto di Scienze Lettere ed Arti pubbli
cato nel 1902 si leggeva che fra gli ar
gentini sono compresi gli (hindi e i me
ticci (ganchos). Quel'hindi aveva un h
inventato e gli mancava l’os nel finale,
poiché indiani si chiamano indios oitre
oceano.
Poi non è vero che nella popolazione
argentina siano compresi gli indiani : i
censimenti li classificano a parte, per
chè gli argentini sono posteriori agii in
diani. Infine i meticci non sono sempre
gauchos e viceversa.
Cosi’ nel (Ventre dei Popoli) edito dai
Bocca sapete che si legge? Questo; (le
famose conserve di carne ed estratti se
condo il metodo di Liebig vengono ge
neralmente preparati nei saladeros del
Piata ed uno dei più noti é quello dei
fratelli Benthos nell’Uruguay.) I fratei
li Benthos?...
Ahimè cosi’ fu tradotta l'indicazione
Fray Benthos, la quale però non si ri
ferisce né ai fratelli Benthos, né ai fra
telli Bocconi, ma ad un punto geografi
co nella repubblica Orientale dell Uru
guay!
Si potrebbe continuare per venti pagi
ne. E bisognerebbe anche
rammentare il Commissariato Generale
della Emigrazione italiana, da cui un
giorno venne sconsigliata l'emigrazione
nel Brasile perché c'era uno sciopero a
Bahia Bianca.
Evidentemente si confondeva lo Stato
*3 5 Bah hjM auto quaid quanto ia FsftÉßS* 1
e che fa .parte del Brasile) con la citta
argentina di Bahia Bianca, presso la
quale uu ingegnere italiano (povereretto
con qual gloria fra noi?) costruì’ un
meraviglioso porto militale,
Eppure malgrado tante prove di igno
ranza infece malgrado la criminosa in
differenza dei più non si osa, tornando,
parlare dell America del sud.
Dima male? Si potrebbe. Sia non sa
rebbe generoso, né fecondo, Dirne ii be
ne che merita?
I maligni sono pronti a bollarvi come
se voleste farvi agenti di emigrazione.
No, agenti di emigrazione in nessun
modo! Però quando il telegrafo batte ed
avvisa: L Africa ha voluto nuovo san
gue) un rimorso vi ferisce immediata
mente.
Quauto sangue, quanto denaro, quan
to onore gettato dietro la Sfinge Nera!
Mentre noi avremmo un altro modo di
trovar nuovo spazio e di tentare altri
destini. Non si tratta di stolide febbri
di conquista. Lavorare possiamo, e pro
teggere il nostro lavoro, e migliorarne
la qualità, e seguirne le sorti e le vitto
rie con la lingua e con coltura,..
Cliici pensa?
II Commissariato dell'Emigrazione
forse é ancora indeciso fra la geografia
di Bahia e quella di Bahia Bianca.
Innocenzo Cappa.
LA TRUFFA DI UN
niLIONE
e seicentomlla franchi.
La pretesa fabbricazione
dei diamanti.
Parigi. 11.
li giudice istruttore ha proceduto ai
primi interrogatorii del sedicente iug.
Lemoine, accusato di avere truffato un
milione e 600 mila lire ai banchiere
Wernher, al quale aveva dato ad inten
dere di possedere il segreto della fabbri
cazione dei diamanti. Il Lemoine era
assistito dal suo avvocato Labori.
Egli riconosce di avere a più riprese
avuto dal Wernher la rispettabile som
ma di cui sopra, ma ha proclamato di
essere realmente lo scopritore di una
formula che gli permettere di fabbrica
re i diamanti sostenendo di averne an
zi fabbricato varie volte.
Aggiunse che fu il Wernher che andò
LA NOSTRA TERRA.
CORRIERE POPOLARE DEL NORDVEST
ITALIAN NATIONAL WEEKLY NEWSPAPER OF THE NORTHWEST
a cercarlo e che gli propose un contrai ■
to in piena regola, secondo il quale ven
ne convenuto che la formula del Lernoi
ne, chiusa in una busta sigillata alla
presenza di un notaio, sarebbe stata de
positata in una banca londinese scelta
di comune accordo, Trattandosi di fissa
re il prezzo, il Lomoine chiese 125 mili
oni. impegnandosi da parte sua a fab
bricare per il Wernher quanti diamanti
avesse voluto. Dopo la morte dal Lento
ine. il Wernher ed i suoi eredi restava
no padroni della formala e per entrarne
in possesso non avevano che da aprire la
busta custodita dalla banca di Londra.
Interrogato sulla famosa esperienza
fatta la la presenza del Wernher, il Le
moine rispose •
—E vero: io ho eseguito un esperienza
sicurissima ed ho fabbricato un diaman
te alla presenza del signor Wernher. il
quale ó tutt’altro che ingenuo. Egli é
invece un uomo molto astuto erotto agli
affari, Se vi fosse stato il più piccolo
trucco nella mia esperienza, egli l'avreb
be smascherato. Invece, dopo avermi vi
sto operare, si convinse della verità.
Del resto, egli nou era il presente al
l’esperienza. V’assisteva anche il signor
Hoast, amministratore della grande
Cerapagnia della quale il Wernher é go
vernatore.
Il signor Hoast, che era presente al
l'interrogatorio, rispose allora che il dia
matite mostrato dal Lemoiue era certa
mente buono, ma che lo aveva mostra
to come fabbricato per mezzo di un truc
co.
II Lemoine. a queste parole, protestò
indignato ed il giudice allora gli propo
se di spiegare la sua formula a due peri
ti nominati da lui: se questi periti aves
sero trovato esatta la formala ogni ai-cu
sa sarebbe caduta a M il Lemoine si ri
fiuto energicamente a che qualcuno co
noscesse il suo segreto, tanto più se si
trattava and: periti.
oppose aflc'be a che’si aprièstlt. ju-,
sta della banca di Londra e si offri in
vece di rinnovare le sve esperienze di
nanzi al giudice nel suo gabinetto. Il
giudice a questo punto rinviò ogni de
cisione,
Il Lemoine. che ha trentanni, é nato
a Trieste, dove suo padre era cancellie
re in quel consolato di Francia. Dopo a
vere finito il servizio militare, venne a
Parigi, ma non vi fece fortuna. Viag
gio quindi molto la Germania, l'ltalia e
la Russia e fini per capitare al Transva
al dove, grazie alle sue cognizioni di
chimica, fu interessato come ingegnere
chimico in alcune miniere della regione
di Kimberley. Anche cola però la fortu
na non gli fu propizia e dopo essere ri
masto un pò di tempo al Capo si decise
di rientrare in Francia.
Qui fu poco dopo arrestato per falso
e condannato a 4 anni di carcere.
Ritornato in libertà, riannodò le rela.
zioni che aveva strette a Kimberley e
decise di servirsene. Fu cosi’che in po
co tempo, dopo un viaggio a Londra,
veune messo In relazione col celebae fon
datore della De Beers Consolidates
Mines L. ld. col signor Beit, l'amico di
Cecil Rhodes, ed anche col signor Julius
Wernher, il governatale a vita della
celebre Compagnia diamantifera.
Il Lemoine espaso a questo signore
che egli aveva scoperto il segreto mera
viglioso che gli avrebbe permesso di fab
bucare diamanti di imeomparabile bel
lezza e grossezza. Aggiunse che questo
segreto era il frutto di numerose osser
vazioni da lui fatte nel Transvaal nelle
miniere di iliamanti-
Fu allora che il Wernher ed il Beit ac:
Gettarono di assistere ad una prima es
perienza, Appena essa fu finita col risul
tato che é noto, il Lemoine cominciò a
chiedere denari e ne ottenne - infatti in
gran quantità. Nel frattempo prese an
,4ìhe moglie, sposando una oommercian
te di oggetti antichi, la signora Derignv
andò ad abita, e in un sontuoso apparta,
mente delia rue Pigalle, si provvide d i
molti automobili e di moltissima servi J
tù e cominciò a condurre una vita pri
nicpesca,
I primi sospetti contro la sua invenzio
ne vennero sollevati dal signor Hoast, il
quale dopo avere assis-ito ad alcune es
perienze e ritornato a Kimberley, scris
se che il Lemoine era indubbiamente un
HURLEY, WISCONSIN, SABATO, 1. FEBBRAIO 1908.
impostore. In t dto*a questa dichiara
zione dkll'Aoasr U Wernher seppe che
10 pseudo ingegnere era stato condanata
a 4 anni di carcere per falso e da quel
momenta tutta la sua fiducia crollò e
ne segu i la denunzia contro il Lemoiue.
Il misterioso assassinio
dlell’ing. Arvedi
NUOVE TRACCIE?
Roma, 18. II corrispondente da Perù,
già del Giornale d'ltalia, a proposito
dell’assassinio deli ing. Arvedi, ha sapu
to da persona che viaggiava nello treno
in cui avvenne il delitto che fu notata
in un vagone di seconda classe la pre
senza di un individuo alto di statura,
avvolto in un mantello nero, il quale,
malgrado il rigori della stagione e le
proteste dei viaggiatori, tenne ostinata
mente aperto il finestrino guardando
fuori, come se cercasse qualcuno. Egli
si mostrava molto agitato e preoccupa
to. perché giunto il treno a Terni, e
disceso né si conosce se sia montato in
uu altro vagone, o sia uscito da una
parte che nou sarebbe quella della
stazione. Quando a Foligno si scoperse
11 cadavere dell A . vedi, parve ai viag
giatori che fra il delitto e lo sconosciu
to vi fosse qualche connessione. Ora
se nello stesso treno fu pure notato
un altro individuo misterioso che tenne
pure lo stesso contegno, durante il viag
gio. affamandosi continuamente e che
alla stazione di Foligno scomparve im
provvisamente. r!, n é adubitarsi, dice
il giornale, che nel treno fossero altri
compari, che dovevano facilitare 1 opera
del)'assassino.
La Tribuna ha da Perugia che, quant
unque le autorità non ne dianp confer
ma, pure sembra assicurato che il
Domenico Fideìls:. padre di Angelo e
Vincenzo sia stato rilasciato in libertà.
IL giusta anò&lfc '* Vèrùgia,' e he sonò j
attesi i verbali. L-jiotizia deU’avvenuto'
interrogatorio del vecchio Arvedi a
Napoli da parte di quel giudice istrut
tore. Dalle autorità locali é stato dato
ordine di continuate le indagini pressa
il bosco di Toauo.
E accertato intanto che 28 famiglie
di ferrovieri abitano in quei pressi e
non é improbabile che si facciano nelle
loro case delle perquisizioni. Si é chies
to perciò airanuuinistrazione delle fer
rovie, quale questi 28 ferrovieri pres
tavano servizio nella notte del delitto.
Il giornale dice anche che a Perugia
era corsa voce della presenza del fra
tello dell'ingegnere Arvedi per essere
interrogato dal giudice istruttore, ma
ciò a privo di fondamento, inquantoché
il signor Attilio Arvedi è stato interro
gato per rogatoria a Verona.
GLI ITALIANI A PARIGI
offrono un banchetto
allori. Luzzatti.
Parigi, 15.
L’Eclaii scrive:
Luzzatti. ex ministro delle finanze ita
liane é a Parigi da qualche giorno ove
scrive le ultime linee di un rapporto so‘
pra un progetto a favore della pace
monetaria. Questo lavoro sarà letto nel
la seduta di sabato alla Accademia
delle scienze morali e politiche di cui
Luzzatti é corrispondente.
Le tre associazioni: Camera di com
mercio italiana. Società della Polenta e
la Lega Franco-Italiana hanno deciso
ili affrire all’on. Luzzatti un banchetto.
Questo avrà luogo venerdì’ 17 all’Hotel
Continental.
Ci é pervenuta da Bessemer. Mich, u
na lettera anonima (lodiamo il coraggio
dello scrivente) abbastanza insolente e
per giunta assai sgrammaticata che po
tremmo pubblicare quale documento
incontestabile dell’imbecillità dello scri
vente .
Non possiamo fare a meno di consi
gliare all’anonimo censore di far una
migliore conoscenza della lingua italia
na prima di ereggersi a giudice altrui.
La lettera si trova ora nel nostro uffi
cio attaccata con uno spillo vicino al no
Btro scrittoio e chi ne vuol prendere co
noscenza é padronissimo.
COSE LOCALI.
leri nelle carceri della Contea, una ra
gazza colà detenuta per qualche giorno,
tentava di avvelenarsi ingoiando una
forte dose di acido fenico e di sublimato
corresivo.
Corsero immediatamente i dottori
Harnbie, Smith e Vereellini,' riuscirono
a naturalizzare per il momento l'effet
to del veleno, a desso si trova in condi
zioni migliori, e si spera di salvarla.
Battista Ginghello impiegato alla
Windsor Mine, addetto quale capo del
servizio delle pompe, fu vittima di uu
grave incidente le cui conseguenze pote
vano essere fatali.
Dovendo òhictdere una valvola, egli si
avventuro in una tavola appogiata agli
orli di una vasca di acqua bollente, Ac
cidentalmente gli scivolò uu piede e cad
de con ambe le gambe nell’acqua sotto
stante, riportando scottature assai gra
vi che Io costringeranno a letto per qual
che giorno.
Dopo lunga e crudele malattia é mor
to sabato mattina Floriano Ersparmer,
figlio del noto salonista Costantino Er
sparmer.
Lavoratore indefesso aveva già fatta
una brillante carriera nelle ferrovie ed
alla vigigliadi nuove promozioni, quale
giusto premi della sua attività nel ser
vizio, quando una crudele malattia lo
co Ipi.
Quanto non si tentò da parte della fa
miglia di salvalo ?
Ogni cura fa vana. Il suo destino pa
reva scritto già là dove tutto ai punte.
Giovane di venticinque anni dovette
soccombere lasciando immenso rimpian
co. non solo nella famiglia, ma nella
larga schiera di amici che il suo carat
tere socievole gli aveva pro< arati.
Martelli ebbero luogo i funerali, itn
‘ ponenti nella vera estensioni* della pa
rola. ir
Sono pure arrvati i parenti della fa
miglia Ersparmer, per prender parte al
funerale i signori, William Ersparmer
da Cleveland. Ohio. A, S, Ersparmer da
Norway, Mich. Ralph Ersparmer e Mr.
e Mrs. Rinn da Hibbing, Mina, e Mrs.
Frank Suek da Duluth, Minn,
Il corteo partendo dalla dimora della
famiglia Ersparmen procedette alla chie
sa cattolica e quindi al cimitero.
E maggiore sarebbe stato il corteo se
la mancanza di carrozze avesse limitato
il numero degli accompagnanti.
Floriano Ersparmer apparteneva ai
Catholic Knights, alia società tirolese
ed al Bro therhood Railway Carmen.
Tutta la colonia italiana e tirolese
prende viva parte del lutto della fami
glia Ersparmer la quale é conosciutissi
ma in tatto il range.
RINGRAZIAMENTO.
Constantino Ersparmer e famiglia
commossa della prova di simpatia data
a compianto figlio e fratello Floriano in
occasione del suo funerale, ringrazia
sentitamente tutti coloro che gentilmen
te offersero corone di fiori le società, e
tutti gli amici che resero al giovane e
stinto l’ultimo tributi .
Costantino Ersparmer e famiglia.
ir 4M * . .i • K
™ g&N* T| . ,
Il nostro Agenti Signor Grasso Romo
lo e partito in Settimana alla volta dei
campi di mina del Illinois.
Lo raccomandiamo caldamente ai fe
deli abbonati del Illinois, Indiana ecc.
che abbino a facilitargli il cosi difficile
compito.
Il distinto professore Carlo Fessia ha
col primo febbraio trasclocato il suo ne
gozio di piani e di musica nel locale ac
costo allo sfcore del Lucia-
II locale piti spazio e piu sano gli per
mette di tenere maggior numero di pia
ni onde ogni cliente troverà d’ora in poi
un assortimento sufficiente da soddisfa
re ogni ricercata richiesta.
Essendo il locale più adatto egli potrà
dare ivi aelle lezioni di mùsica su qual
unque istrumento.
Con precisione e prontezza eseguisce
riparazioni di qualsiasi istrumento mu
sicale.
Per riparazioni di orologieria rivolge
tevi sempre al C. A. Whitman che vi <
troverete soddisfatti a prezzi di eccezio
naie favore.
Drag store il più rinomato e fornito
nel paese, puntualità e freschezze relle
medicine.
Assortimento di libri inglesi e necces
sario per scrivere e per toeletta.
Il coltello, colle sue tristi conseguen
ze ha fatto ancora la sua sinistra appa
rizione.
Domenica sera, per futili motivi ven
nero a vie di fatto alcuni tirolesi e due
piemontesi ; tali John Lnettoe Frank Ru
bina nel salone del signor Johrn Rodolfi
in Gilè. s
Conseguenza due si trovano in prigio
ne e molto.probabilmente dovranno fa
re la conoscenza colla gran Corte ed u
no Dionisio Slauzisi trova al citi ite
ro per una larga ferita di coltello riporj
tata alla regione addominale.
Ironwood Beer
IL Signor Luigi Nida. conosciutissimo
in tutto il range ha assunto l’incarico
di rendere la birra dell’lronwood Rre
wering Co. nelle fan ìglie.
Egli passera’ nifi " ? rion due volte
*J**.i- ..Hrtrvsr.iv*-*,. g
' ì
per la consegna dei medesimi.
I cassa 12 quarti grandi $l.OO
1-4 Keg $2.00
LA LETTERA DI UN PUBBLICISTA
J. H. Moore di Mt. Morris, 111. un no
to scrittore e giornalista, scrive la se
guente lettera al Dott. Peter Fahrney di
Chicago, 111., sopra un argomento di
generale interesse:—Adesso sto usando
la sesta bottiglia - del vostro Lozogo. Nes
sun’altra medicina mi aveva fatto fino
ra tanto bene (pianto il vostro rimedia.
Senza la vostra medicina non avrei po
tuto resistere quest'inverno con la gran
de quantità di lavoro che pesa sulle mie
spalle. Riguardo alle mie condizioni ge
nerali. adesso sto meglio degli annipas
sat i. mi sento bene e posso fare il mio
lavoro. —
II Lozogo del Dott. Pietro mostra i
i suoi inoriti a tutte le persone, qualun
que sia il loro stato sociale. Dall’argri
coltore nella sua capanna al principe
nel suo palazzo vi é un'unica storia, e
questa e che il Lozogo é una buona me
dicina. Non à venduto nelle farmacie.
Lo vendono solamente agenti spesiali.
Se nelle vicinanze ove voi abitate non
vi é nessun agente, scrivete ai proprie
tari, Dr. Peter Fahrney & Sons Co., 112
118 So. Hoyneave. Chicago, 111.
Si Cerca.
Certo Bortolo Laresi Zanne per im
portanti comunicazioni di carattere fa
migliare
Chi potesse darne l’indirizzo ou indi
cazioni al suo cognato Antonie Làresi
Cella residente in Montreal Wis. fareb
be cosa grata. * •
IL DOTTORE
GIIJStPPt VFRCtUINI
Tiene ufficio dalle ore
11 alle 12 a. m.
1 alle 2 p. m.
7 alle 6 p. m.
Nel Keilty & Legendre Bl’ding
sopra l'ltalian Printing Office
del signor Frank Marta.
PREZZ D'ABBONAMENTO \
Un Arjno - 32.00 !
Sei Mesi 1.00 j
Tre Mesi 75 i
INDIRIZZARE LE CORRISPONDENZE I
LA NOSTRA TERRA HURLEY WIS. j
PRICE 4 CSNTS Pliß COPY
UFFICIO DELLA
La Nostra Terra
FRANK MARIA, Prop jj
Notaio Pubblico.
Agenzia di navigazione per Bega enfi
linee di navigazioni
Compagnie Generale
1 ransatlantique
American line
ti oliano American line
White Star line
Red Star Line
Lloyd Italiano
Canard Line
ED ALTRE.
Agente Locale Della
Dnluth, South Shore
& Atlantic R’y-
Rimesse di denaro per tutte le parti
del globo, al cambio della giornata.
In Italia a mezzo della Banca Com
merciale Italiana.
Si intestano libretti della Cassa
Postale del Regio governo italiano . 2
Servizio speciale peri biglietti di
chiamata. Speciali informazioni si
orniscono agliimmigtanti.
if la vostra Vk
//TAVOLAR
. I . .*E* Y l * „ JA.
[ISA LUTEZI
I i chiedete il Catalogo a 11
\j. PERSONENIJJ
V. 496-498 jm
West Broaduiay JM
New York
ra x.'a Ili
riAiMEßrr|
B SCHOOLSHOES f
Schocl hhot-. é da noi espres
samente fabbricata per fornire
ai ragazzi che vanno a scuola
un articolo solido e resistente
agii strapazzi che i bambini
usano tare delle loro calzature.
La solidità delle suole é su- Ifef
periore ad ogni aspettativa e mi
coloro che ne hanno fatta prò H
va attestano che essere paiono Bj
di ferro, tanta éla loro durata. K
Esse calzano il piede corno- H
damante e la loro eleganza per Kj
mette di usarle anche di do- K
tannica ci me ( gni altro artico- B
lo fino Hi
r. Miyer 3oot i Shoe Co ,
Milwaukee, Wts.

xml | txt