OCR Interpretation


L'Italia. [volume] (San Francisco, Calif.) 1887-1943, September 15, 1897, Image 1

Image and text provided by University of California, Riverside; Riverside, CA

Persistent link: https://chroniclingamerica.loc.gov/lccn/sn85066408/1897-09-15/ed-1/seq-1/

What is OCR?


Thumbnail for

ANNO XI
SUBSCRIPTION RATES:
PAYABLE IN AOYANCS
One Year . . , S6. PO
Six Months . . . 3.2 S
City, One Month, delivered
by Carrier . . , .60
. Foreign Countries, I Year, 9.00
The First and Largest Italian Daily Newspaper in the United States with Largest Circulation among the Italians
UN TRISTE CONFRONTO.
COME SONO TRATTATI DAI GOVERNI 1 LAVORATORI
IN MONARCHIA
ROMA (Italia) 29 agosto.
Un dispaccio da Rieti reca le
seguenti gravi notizie: leri la
truppa ha fatto fuoco sugli o
perai scioperanti. La scorea
notte sono stati arrestati tut
ti i contadini che componeva
no la commissione dirigente
dello sciopero. I socialisti più
noti vennero colpiti da man
dato di cattura. I contadini so
no soli e senza difesa alcuna.
Ci é proibito di telegrafare.
Fa bisogno di commentare i due
fatti messi' a confronto P Non lo cre
diamo. Fasi sono una riprova di
quanto disse una volta, in una conte
renza, l’illustre sociologo e deputato
italiano Enrico Ferri: che cioè come
le virtù e i meriti negli individui
non hanno nulla a che fare colle idee
politiche che quegli individui profes
sano, cosi le virtù e i meriti dei go
vernanti nulla hanno a che fare colla
forma di Governo.
IL PRINCIPE DI NAPOLI
PROMOSSO.
4
Al comando d’un corpo
d’Armata.
Scrivono da Firenze:
Vittorio Emanuele principe di Na
poli, tenente generale comandante la
divisione militare di Firenze, esone
rato dal detto comando é nominato
comandante il 10 corpo d'armata dal
primo settembre 1897.
** * *
Il principe di Napoli, reduce del
la crociera che sta .compiendo nel Mo
diterraneo, ritornerà in Firenze ove
darà la consegna del comando di divi
«ione e si recherà poi ad assumere
la nuova carica in Napoli verso la
metà di settembre.
Il principe é giunto al massimo gra
do a «cui un ufficiale può aspirare in
tempo di pace, percorrendo tutta la
gerarchia.
Infatti nel 1881 allievo del colle
gio militare, fu promosso sottotenen
te al 1.0 fanteria nel 188 G e nel 18-
87 tenente nel 5.0 fanteria.
In tale reggimento percorse tutti
gli altri gnidi s : no a quello di tenen
te colonnello che raggiunse nel 1889
Colonnello del 1.0 fanteria nel IS
SO, maggiore generale noi 1892, co
mandante la brigata Como, tenente
generale comandante la divisione di
Firenze nel 1894, é stato ora promos
so comandante di corpo d'armata.
LAVEDOVA D’UN PRIN
CIPE GIUSTIZIATO.
L’ex Imperatrice del Mes
sico e’ moribonda.
irtispaceio Telegrafico.)
BRUXELLES (Belgio), 14.
L’ex Imperatrice Carlotta del Mes
fico é gravemente ammalata e la sua
morte può avvenire da un momento
all’altro.
•• * *
L’ex Imperatrice Carlotta é la ve
dova di Massimigliano d'Asburga
fratello deH’lipematore Francesco Gin
ceppe d’Austria. Come é noto Maasi
niigliano fu condannato a morte e
fucilato 30 anni or sono accusato di
tentare la costituzione d’un Impero
in Moss : co per poi porsi lui alla testa
dei medesimo.
Bare fosse l’ambizione di (Parlotta
e e condusse lo sfortunato Massimi
g) ano a morte. La vedova perdette
«pL-i intieramente In ragione dopo
-‘eruzione del marito. Essa ha ora
•’1 anni ed é sorella del Re del Bel
gio.
L’ITALIA
IN REPUBBLICA
HAZLETON(Pensilvania) 11
Agosto. leri, mentre circa
150 minatori scioperanti si
recavano nella vicina città di
Latimer, allo scopo di indurre
i lor compagni di quella regio
ne «d astenersi dal lavoro, urna
squadra di deputati sceriffi
ha fatto fuoco su quegli iner
mi e pacifici lavoratori, ucci
dendone 21 e ferendone grave
mente 50. Da parte dei mina
tori non ci fu provocazione.
Governanti disonesti e ladri si tro
vano in Repubblica come in Monar
chia. Come tanto in Repubblica quan
to in monarchia si trova gente senza
cuore e senza giustizia ohe fa fucilare
e imprigionare pacifici ed inermi la
voratori, non d’altro colpevoli che di
non voler piegare troppo il collo sot
to id giogo di ingordi e crudeli padro
ni, i quali non mirano che ad ingros
sare il proprio peculio, siano i tempi
buoni o cattivi.
CHE FARA’ L’ITALIA?
A proposito della nuova
alleanza.
Si ha da Pietroburgo che in quei
circoli politici si é curiosi di vedere
quale indirizzo prenderà la politica e
stera dell’ltalia di fronte alla mutata
situazione europea dopo la procla
mazione ufficiale dell’alleanza franco
-russa, che preludia a una lega conti
nentale contro la onnipotenza ingle
se.
Il primo mandato del nuovo amba
sciatore russo a Roma Nelidoff
sarà quello di distogliere l’ltalia da
ogni accordo con l’lnghilterra, per a
verla almeno neutrale nella gran lot
ta diplomatica che sta per incomin
ciare.
Si assicura che i’l sultano, dopo con
elusa la pace con la Grecia, chiederà
alle potenze che un Congresso euro
peo abbia u risolvere la questione egi
ziana.
Fra il khedive e lo czar vi fu in que
sti ultimi giorni vivo scambio di di
spacci.
L’ASSASSINIO LI BORDA.
11 defunto Presid. era accom
pagnato dal Conte
Antonelli.
Sull’assassinio del Free Borda del
l’Uruguay, i giornali italiani hanno
questi paiticolari:
“L’uccisione del presidente Idriar
te Borda avvenne proprio davanti al
ia cattedrale, da dove, dopo le firn-'
doni religiose, il corteo ufficiale do
veva dirigeisi verno la Piazza Liber
tari per la rivista militare.
Accompagnava Borda anche il mi
aietro Antonelli.
Per la sera era preparato uno spet
tacolo al Teatro Solis, dove agisce ia
Compagnia lirica Ferrari: tale spet
tacolo fu, naturalmente, sospeso.
L’ex-presidente Herrera suggeri
sce al Ministero di resistere: ritiensi
però che prevarrà la conciliazione
■oi rivoluzionari.
E questo é quanto stando agli
ultimi telegrammi sarebbe già av
venuto.
GL’ITALIANI AARESTATI A CO
STANTINOPOLI.
Si ha da Costantinopoli.
Gli armeni arrestati sinora, dopo
gli Ultimi attentati dinamitardi am
montano a più di novecento.
Si dice che non uno, ma tre italia
ni trovinsi nelle carceri di Starnimi
essendo stati trovati in possesso di
bombe.
Gli operai italani vengono ora ri
gorosamente sorvegliati dalla polizia
che fece già presso molti di essi per
quisiziioni notturne.
L’ITALIA, SAN FRANCISCO. CAL.. MERCOLEDÌ. 1.1 SETTEMBRE 1807.
GIORNALE QUOTIDIANO, POLITICO, COMMERCIALE
LA NUOVA CORAZZATA 1
ITALIANA.
E’ un nuovo tipo ideato
dalUon. Brin.
ROMA, 30 ago.
Il ministro della guerra e quello
della marina hanno chiesto all’ammi
ragbo Canevaro precise informazioni
sullo stato sanitario dello nostre trup
pe e dei nostri marinai a Oandia.
Queste informazioni sono arrivate
ieri e non sono affatto allarmanti.
I colpiti dal tifo sarebbero appena
una quarantina.
Vi sono però molti casi di dissente
ria, cagionata parte dalle acque e par
te dall'abuso di frutta. Alcuni casi di
dissenteria sono stati mortali. In com
plesso, la percentuale dei malati e dei
morti supera di poco la percentuale
media che si ha nella presente sta
gione in Italia.
• • «
I giornali si occupano della nuova
nave da battaglia, ideata dall’on,
Brin, e che sta per essere messa in
cantiere.
Ecco ora alcune notizie che ho rac
colto su questa nuova nave.
Si tratta di un tipo assolutamente
nuovo, che deve rappresentare l’ul
tima espressione della tecnica navale
moderna: nello studiare la nuova na
ve l’on. Brin si c prefisso.
I) di avere una nave potentissima
per l’offesa e la difesa,
2) di dare alla medesima una velociti!
supcriore a qualsiasi incrociatore ino-
derno.
3) di avere ima nave autonoma, cioè
capace di; tenere il mare j>er molto
tempo senza bisogno di rifornirsi di
cariarne.
Questi tre quesiti sarebbero «lati
risolti. Si avrà dunque una nave che
possederà le più importanti qualità
della corazzata e dell’incrociatore. la»
sua velocità sarebbe da 22 a 24 miglia
all’ora.
Si costruiranno due navi di questo
nuovo modello.
A UNA I A )0 CHBV USATO.
** * *
In aggiunta alte notizie inviateci
dal nostro egregio corrispondente in
torno alla nuova corazzata, abbiamo
queste altre da Roma:
ROMA, 30. E’ stato definitiva
mente stabilito il varo della nuova co
razzata “Emanuele Filiberto” a Ca
stel 1 amar e por la fine del prossimo set
tembre.
Alla solennità marinaresca inter
verranno il re ed i principi reali e li
na rappresentanza delia Camera e del
Senato.
II numero digli Invitati sarà limila
to a cinquemila circa, onde non in
gombrare di soverchio lo spazio di
sponibile nel cantiere,
lai benedizione alla nave, prima del
varo, sarà impartita da monsignor
Samelli.
E intend im on to del ministro che i
lavori di allestimento della nave dch
l>ano procedere con la massima solle
citudine essendovi fondi disponibili
in bilancio jer provvedervi conve
nientemente.
Dalla squadra di riserva verranno
distaccate varie navi che al comando
del contrammiraglio Mirabello, assi
steranno al varo.
Volete una grani inatu-a pei
imparare la lingua ingleae"
Onlinate il liliro dell'Emigrante: è ««■
a ilntamenteil in'glior metodo.
l’ordine ed un dollaro a l’iTtut òf,
Washington Street; f. 0. box 2554. S.
F. \Jal.
IN ONORE DI DONIZETTI.
Continuano le feste di
Bergamo.
Il nuovo teatio e il monumento
(Dispaccio Telegrafico.)
LONDHA, 11. La città ili Ber
gamo, a 28 mig'lia da Milano, ó da
due settimane in gran festa per la ce
lebrazione del Centenario del suo il
lustre tiglio, il grande compositore i
t ali uno Donizetti. E con Bergamo lui
ta Italia é in fasta per rendere un po
stilino omaggio a questo maestro del
la melodia che in vita sua non fu ap
prezzato gi listami en t e.
Il ■principale teatro ili Bergamo é
stato nuovamente battezzato col no
me doLFautorc della “Lucia” e vi si
danno alcune rappresentazioni delle
sue pili note opere, quali “La Fa-i
verità”, la “Lucia di Laimnermoor”
e “l’Elixir d’aunoae”.
leri nella Chiesa di Santa Maria
fu cantato da un numeroso coro il fa
moso “Requiem”, altri concerti di
musica donizzettiana si daranno in
settimana.
Fu aperta inoltre una mostra di ri
coiidi di Donizetti in cui si ammira
no pregievelli manoscritti e copie ori
ginali dei lavori del grande composi
tore. Infine nella Piazza principale
della cititi! fu scoperto un monumen
to dedicato alla memoria dell’uomo
[che si sta onorando.
Bergamo mai vide tanti visitatori
come in questi giorni.
Nr*. M. A. TTammell, dello Stato di Washington, la prima donna che ah
bia attraversato la regione montuosi dell’Alaska, pel terribile passo Chil
coot, pur recarsi nelle regioni aurifere del Klondike. Kssa parti col marito
dopo aver venduto la propria casa. J <»lwa. ./» i
LO SCIOPERO DEI MINA
TORI CONTINUA.
I padroni rifiutano le do
mande dei minatori.
L’Austria chiede soddisfa
zione oer le stragi di
Latimer.
(Dispaccio Telegrafico.)
HAZLETON, (Da.) 14 Malgra
do i timori che cd nutrivano, non so
noavvenutidisoidini diserta quost’og
gi. Però lo sciopero dei minatori si
allarga rapidamente. Oli uomini fuo
ri ilei lavoro sono attualmente circa
10 mila. Fra pochi giorni si prevede
non oi sarà più una sola miniera di
importanza in lavorazione.
Si tenne nei pomeriggio un “mee
ting" a Latimer da parte degli scio
peranti per discutere la risposta data
dai proprietari delle miniere alle loro
domande.
Tale risposta fu portata dal Sopra
intendente Blake in persona. Con es
sa i proprietari delle miniere rifiuta
no tutte le domande dei Minatori.
Questi decisero allora di continua
re lo sciopero e ai dispersero quieta
mente.
LONDRA, 11. Telegrafano da
Vienna che il Governo austriaco do
manderà soddisfazione agli (Stati Uni
t i per le uccisioni compiute dai depu
tati—sceriffi di Donaylvuuia a danno
dei minatori trucidati a lai timer, qua
si tutti sudditi anatraci.
NUMERO 218
The Only Illustrated Italian
Daily Newspaper In America
and the Only one that Prints
EIGHT Pages Dally , , , ,
IN ORIENTE.
IL DONO DUN CAVALLO
DEL SULTANO.
11 principe d'Orleans al
servizio di Leontieff.
Le cortesie del sultano
verso il milionario Gor
don Bennet.
COSTANTINOPOLI, 30 ago.
Qui ó stato molto oommctato il dono
di un bellissimo cavallo tii sangue
die il sultano lua mandato, col mezzo
di Munirli Kffendi, al principe Keidi
nando, specialmente dopo che alcuni
giornali tedeschi, od anche i tulli ami,
paragonando quest'ultimo al generi
le Boulanger, per il suo travestimen
to ila ammiraglio turco, avevano sog
giunto a completare il paragone man
(-ava solo il proverbiale cavallo nero
♦si il cavallo nero ò giunto or son tre
giorni da Costantinopoli.
•*• ♦ m
Ciurla notte, con 1' “Oriente ex
press", é stato qui di passaggio il
ponte la'ontielT, diretto a Costantino
poli, dove 6 atteso dal segretario di
Menclik, i'l quale all’ultimo "salamilk
(ìgu ni va fra le [tersone presenti alle
quali S. M. mandò spicciali saluti.
A proposito di la'onlielT, trovo nei
“Levant Herald”, di Costantinopoli,
una curiosa corrispondenza da Pari
gi che afferma in modo positivo che
S. A. U. il principe di Orleans, appe
na guarito, rnggiimf,orA Ivcontietf, di
cui (' sdalo nominato “aiutante di
cmmj*o”. Il corrispondente parigino,
incensando alle doti di monte di cuo
re, al coraggio ilei princi'jK?, conchiu
deara che osso nella nuova carrier»
cotivmeiviulo clic sla |ht intrapren
dcrc troverà modo di “rifarsi una for
tuna” corrispondente alla sua inv
erila.
*♦♦♦
1/altro giorno giunse davanti a Co
stantinopoli, e si ormeggiò presso l’i
sola dei Principi, l’yacht del diretto
re proprietario del “New York He
rald”, sir Cordon Bonnet.
l'lra appena stala calata l’ancora,
die un aiutante ili fiwnijK» del sultano
andava a dare il benvenutoaquosto re
<lei milioni c della stannisi americana,
mentre il giorno dopo egli «1 il suo
seguito, con carrozze di Corte, veni
vamo trasportati «Ha Moschea, dove
il sultano teneva il “sahwnlik”.
Ift creilo che nessun ambasciatore
abbia mai avuti contrassegni di defe
renza come il miliardario americane
LA TRIPLICE E’ SOLIDA.
Guglielmo visita l’lmpe
ratore d’Austria.
( I)ik(luccio Tclejfrnfico.)
H MULINO, IH. Dopo la visita
di Ito Umlierto all’hniperatoro di Ocr
mania, ceco la, visita di (luglio'hno al
l’lan poiratoro Francesco (iiusopjKì li
Austiria alla ipia le ai annoilo una
orando importanza porcili* twa ó un
altra riprova dol consolidamento del
la Triplico Al'kamo.i,
I polii leant i di Kuropa da qualche
tempo guardavano 'di dnego questa
allo.inza elio unisce ma ionio Italia
Austria e Oomnania e ai aaidava ri (>»■-
tcndo da molti ohe fra lo tiro parti al
leato non esistevano i più cordiali rap
porti. Si affermava, fra altro, elio Tini
ponitore tìngimi,tuo non aveva assolu
tamente alcuna simpatia ijht France
sco (ì msoppo.
la* coso nono ben differenti da
quanto si erode da molti o (Jnglielmo
fa questa ultima sua visita apparata
por distruggerò lo «variata* favolo incs
«e in giro.
Un tesoro ruttato al duca di Modena
KMMIIO KM ILI A, —87.— Scrivo
no da U-ualticri all’ltalia Contrale:
“Un tale che vive a Mantova a
vrebe confidato ad uno di qui che sol
to il piano della così detta mora o so
glia che copre la (Iran Botte B.mtìvo
glio, cui eotto passa il torrente Crn
stelo, in (pu'sto comune, trovasi na
scosto eiuo dal 1847 un luarile di ino
note d’oro rubate al duca di Modena
“Di tale rivelazione pare se ne vo
glia fare mi mistero, invece é ormai
il segreto di Pulcinella:”

xml | txt