OCR Interpretation


L'Italia. [volume] (San Francisco, Calif.) 1887-1943, October 20, 1897, Image 1

Image and text provided by University of California, Riverside; Riverside, CA

Persistent link: https://chroniclingamerica.loc.gov/lccn/sn85066408/1897-10-20/ed-1/seq-1/

What is OCR?


Thumbnail for

ATTUTO XI
SUBSCRIPTION RATES:
P AYABA E IN ADI ANCE
«"'Year . . . $6.00
Six months ... 3.25
City, One Month, delivered
by Carrier . , . .60
Foreign Countries, I Year, 9.00
The First and Largest Italian Daily Newspaper in the United States with Largest Circulation among the Italians
LA MORIE DI PULLMAN.
DA POVERO FALEGNAME A 30 VOLTE MILIONARIO
La carriera dell’inventore dei Pullman Palace Cars.
Holto attivo e intraprendente ma poco generoso e
filantropo.
11 telegrafo <*i ha reidaito ieri la noti
zia ■della morte 'di iGeo. M. Pull 'man,
di potente milionario americano noto
bì può dire, in tutto il mondo non
tanto per i suoi (milioni quanto per
i famosi c splendidi carri ferroviari
che portano il kit lui nome
Pullman era uno dei non rari tipi
di americani che, a (parte le loro vir
tù intime ed inferi much e, destano ino
ravioli a —se non ammirazione
per fattività, l’abrlità e la sveltezza
colle quali dal nulla sono sorti a posi
zioni eminentissime, dall’ indigenza
sono pervenuti a ricchezze favolose.
George Pullman era nato a Chan
taqua, nello Stato di 'New York, ma
da molti anni viveva a (Chicago. A
poche miglia da questa metropoli e-
Biete una cittadella ohe .pure da Pull
Iman prende nolme e dove esiste la
grandiosa fabbrica delle famose car
rozzo.
•A 17 anni 11 defunto milionario
non era che un apprendista fa legna-
eme, dedicato spec Lai mente alla labbri
ca degli stipi o “cabinets”, come li
chiamano gli americani. Poscia si mi
®e nelle imprese di trasportare gli e
tìified intieri, sradicandoli dalle fon
damenta, impresa che operò dappri
ma ad Albion (N. Y.) e poscia a Ch.
cago dove si recò nel 1858.
Pu qui che egli concepì la prima
idee dei carni die poi dovevano for
mare la sua colossale fortuna: conce
pì quell’idea semplicemente osservali
do alcuni treni notturni dove i pas
seggieri si trovavano a-.-ai poco conno
demente, sia dominendo seduti, sia
giacendo su certe cuccio punto corno
de esse pure.
Non ere una grande idea, una su
blime concezione: ma é noto a tutti
ormai die sono appunto le idee picco
le e modeste che formano general
mente le grandi fortune.
Ad ogni mod il Pullman ebbe in
principio anche lui le sue disillusio
ni quando, manifestato ad alcuni ca
pitalisti il suo progetto di impianta
re una fabbrica di “Sleeping cars” si
vide riderei in faccia. Nondimeno
non si scoraggiò e nel 18G3 costruì il
primo carro, quasi identico, in sostali
za, a quelli in uso oggidì. Gli costò
18 mila dollari e fu chiamato “Pio
neer-”. Al successo ottenuto da que
sto primo carro-seguì iimmediatamen
te la formazione della “Pullman Pa
lace Oar Company”.
'Xel 1880 fu fondata la cittadina
di Pullman a cui sopra accennammo
e dove anche oggi vivono e lavorano
migliaia e migliaia di operai tutti in
tenti alla costruzione del carri a letto
e carri saloli.
Una volta Che la fortuna incomin
ciò a sorridergli, (Pullman vide in
grandirsi enormemente di anno in
anno le sue ricchezze tantoché mo
rendo ha lasciato un capitale che si
valuta a 30 milioni di dollari. Aveva
IL MILIONARIO GEORGE PULLMAN, MORTO IERI A CHICAGO.
un quinto delle azioni della 'Corpo™
zione che da lui prende nome e che
giorni sono annunciò 'che i dividendi
per l’anno sociale erano di oltre 4 mi
lioni di dollari !
♦ ♦ ♦
Questi 6 il “business man” morto
ieri a Chicago e al quale oggi i gior
nali dell’Unione dedicano pagine in
tiere. L'uomo daffari soltanto o spe
cutatoro in 'tutta l'estensione del ter
mine perché diffk-ilineate in Pull
man si potrebbe riconoscere una sola
delle qualità del filantropo, dcH'uo
mo generoso.
ita quanto si sa non pare che il de
funto milionario abbia lasciato nulla
a beneficio di pubbliche istituzioni e
d'altra parte, quando egli era in vita
non si distinse miai, in modo speciale
per nessuna azione di liberalità.
Si vuole che avesse una cura spe
ciale por i suoi operai addetti nelle of
f /ITACIA, SA T FRANCISCO, CAT*., MERCOLEDÌ, 20 OTTOBRE, 1897.
L’ITALIA
GIORNALE QUOTIDIANO, POLITICO, COMMERCIALE
Ideine di Pullman. Ma noi non sappia
■ino invero che qualità idi cura fosse,
Mentre 'raimnieintlamie elio il gran
sciopero ferroviario die nel 1891 pa
ratizzò per <iua‘ldie eotitiiinama il traf
fico degli 'Stati Uniti, fu precisameli
te originato dal malcontento e dallo
sciopero degli operai di .Pullman i
quali si vedevano danneggiati dai si
stemi con cui Pullman provvedeva
loro le abitazione e le provviste.
Un vecchio e ingenuo filosofo so
leva dine Che i mi lion ari hanno una
specie di dovere morale di essere he-
Uerto Pull ma n non avrà il com
pianto di quel vecchio c ingonuo filo
sofo ! !
« * *
'A titolo di Cromica ramlmentiamo
die il Pullman era Cavaliere della
I Corona di Italia.
nefattori, di restituire cioè alla socie
j là parte, almeno, delle ricchezze aceti
i mulatte a spose della comunità.
Re Milano torna in patria
(Dispaccio Telegrafico.)
lIE'HiH'.VDO '(Sorbia) l!ì. — 11 Ga
biaVetto té diTn'k-sionario. Tal fatto in
a spetta tosi crede leonnesbo col ritorno
dell’ex He Milano, gì muto qui quest’
ogtiri in compagnia del fìllio, il Ite
Alessandro.
Questa é la prima visita che Mila
no fa alla capitolo della Serbia dopo
la di lui abdicazione del ISSO.
LA SPEDIZIONE CAVENDISH
E’ SALVA.
(Dispaccio Telegrafico.)
(LONDRA, 19. —E’ giunto in Lon
tira da Zanzibar, sano « salvo, l’espio
rotore Cavendish ndpote del Duca
di Devonshire che era partito per
■una esplorazione nel Paese dei Soma
li (Est Africa) e che si disse tempo
fa massacrato insieme all’intiera spe
dizione, di cui facevano parte anche
9U Ascari.
ANCHE IL GIAPPONE
SI RIVOLGE ALL’ITALIA.
POMA, 3. Bi assicura che il G -
verno Giapponese farà costruire in
Italia due grandi incrociatori per la
flotta giapiK>nose.
F.’ovate ma scatola «la 10 soMi d. caacarcts
\ più sicuro rimedio dei lettalo c del viecerv.
VOGLIONO
STAR SOLI
IN IMPONENTE COMIZIO AD
HONOLULU.
Contro l'annessione agli
Stati Uniti.
L’APPELLO AL POPOLO AME
RICANO.
Oli si rammenta la sua costi
tuzione.
Il corriere postale delle Isole IKi'.v
a'i ci ha portato ieri la notizia di un
imponente Comizio popolare elio ha
avuto luogo ad Honolulu il giorno S
corrente in Palace (Square pvr prote
stare contro rannetìeione delle Isole
agli tStati Uniti:
Vi assistevano 3000 fra nativi {K.i
nakas) o forest ieri. fra cui molti pro
prietari di piantagioni c commeiviun
ti.
Tutti gli oratori parlarono ispiinan
dosi ai più aiti sonisi di patriottismo
e facendo voti affinché alle Isolo sia
conservata la propria indipendenza.
Infine si approvò, fra grandi ap
plausi, un 'memoriale, dirotto al Pro
sidente, «1 Congresso ed al Popolo de
gli Stati Uniti d'America io cui chic
desi <ll non approvare il trattato di
annessione approvato dal (loverno e
dat Hona'to Havvaiano.
Nel memoriale é detto che I ’appro
vazione di quel trattato d’annessio
ne saivld>e una negazione dei diritti
e dei principi contenuti nella solen
ne dichiarazione dell'l ndipendenza
Americana e nella ('osti!azione degli
Stati Uniti c di tutti i paesi civili.
I firmatari del Memoriale chieggo
no infine al Presidente, al Co verno e
al possilo degli Stati Uniti di non fa
io ulteriori passi per Panniamone del
le‘isole, almeno tino a quando il po
polo hawaiano non avrà manifestato,
mediante plebiscito, la sua volontà li
accettare o rifiutare Paninesaione.
]<a memoria é firmata da un Comi
tato Ut 5 Cittadini, nonché dal Pre
sidente della Lega Patriottica 1 law a
inno, e dà! Presidente della Associa
zione Politica Hawaiana.
• •
II qui o ‘•Preludente, i('angresso e
Popolo degli Siati Uniti’’ si parrà la
vostra nobiltade!
Perché non c’é in proposito il mi
nimo dui eh io: i Kanakas ragionano a
fil di spada, o meglio a fil di logica.
Ksisi non vogliono essere annessi a*
gli Stati Uniti e invocano per questo
la Costituzione Americana e la fanno
sa '1 Misurazione di Indipendenza a
cui gli Stati Uniti debbono la loro
grandezza.
Se il polpolo Hawaiano ara soddi
sfatto 1 deiM’annessiont.! votata dal fie
naio delle Isole, la cosa sarebbe passa
la via liscia liscia. Ma dal momento
che il popolo non vuole, gli Stati U
niti commettereibbeno un crimine ad
annetter»! le isoio.
Per lo meno, come i Kanakas di
cono giustamente, si aspetti il risul
tato di un plebiscito popolare. Kd é
ragionevole ciò.
BUONE NOTIZIE
DAL BENADIR.
(LONDRA, 2. Mandano da Zei
la che dal Mogadiisciù si ricevettero
eccellenti notizie suil’attuaie sltuazio
ne del TTenadir.
'Mentre 1’ “Elba” continuava a prò
seguire il suo viaggio lungo la costa
collo scopo di visitarne le diverse re
gioni, il capitano Sorrentino ricevet
te numerosi sultani e capi i quali e»
dichiararono pronti a riconoscere i!
protettoiratod’ltalia c far atto di sol
tomissione, ed a venire con essa ad ae
cordi commerciali.
'Si aggiunge die la casa industriale
Thomson and Sons chiederà all’lta
lia la concessione peralcuni monoijx/ii
da eeeroitarsi nel limadir.
LO CZAR VISITA GUGLIELMO.
(Dispaccio Telegrafico.)
WIESBADEN, (Germania) 19.
Domani lo Czar Nicola 11 visiterà
qui l'lmperatore Guglielmo di Ge -
manie.
PUGILLISMO ALLA
CAMERA VIENNESE.
Non si vuole piu’ il minì=
slro Badeni.
(DÌK[>ftooio Telegrafico.)
VIK'NX A. 20 —Avvennero ieri «o
ifl inaivi luminiti nella '(’annera Pausa.
La stUmtìa incominciò «Ile (> p. ni.
o subito ai accentuò un vivo alterco
fra i inebri d'olla Destra o quelli del
la Sinistra.
'Più tardi il cui aro d tilla disputa ai
accese al punto che i deputati uscirò
un dai loro hanlehi e ai imposin') fra
di loro una lotta corpo a coup. lai so
ditt i fu sospesa fino a stamane (Mer
eoledì) alle ore 11.
■Si eusle che lai disgustosa scena
sia stata provocata por spingere il Ali
nistcro lladeni a dimettersi.
IN TUNNEL NEL
MONTE BIANCO?
E’ desiderato dai francesi.
Perche’ danneggiati da quello
del Gottardo.
La ('annera di K'oinlmeivio frameose
di Ginevra ha dedicato al ministro
del commercio Km ri co lloueher, uno
studio in favore del traforo della Kau
cillo e del monte Piamo.
Secondo questo studio in quattor
diici «inni il 'Gottardo ha fatto perde
tv 560 lui Liso iu alla Francia, cioè 40
milioni aJPaimo. Il traiforo del Semi
piene aum, uteri) questa perdita.
0)1 traforo ideato ni avrei!)ho un
guadagno di li ehM ornatili sul Got
tardo odi 108 sul Sem |vi one. Ksko
rivou Wk“ una corrente commieroi ale
fra ili moi'd della Francia e l'ltalia e
concorrerebbe a. rialzare notubii'iiiion
te il commercio di (Marsiglia.
Ma, cime osserva un giornale fran
cesie, i nuovi ‘tunnel’ipimciuiropebboro
(‘pitia te sufficienti |xir ammorti zzare
il capitalo che richeuvhhe i lavori per
il tralfoiro?
(pii sta il punto.
DON CARLOS PROCESSATO
DA SUA FIGLIA.
La prime ipcssa Elvira di Borii «ano»
figlia ili Dan ('arias, fuggita Lanino
scorso odi pittore Fokdii <ll' Roma,
non v p'iù <[iil in Almerica, nome* an
nunciarono- aleni>’i giornali, ina a
Sia ini-'Maurice insieuu> al suo rapito
iv Folcili.
(La principessa ha incaricata duo
avvocati di Milano di reclaim are da
Don farina l’eredità matorma; ma
Dan twins non ci sciiti* da queeb’o
pecchio e ilice ohe egli ha il diritto
doli’ (iisu'fculto di quella sostanza fino
alla sua morte.
Ma Li print-ipesati oidi:otta ohe suo
padre ha perduto questo diritto in so
guiln al secondi) ni.atriiino.iiio contrai
to can la pel nei persa di Italian.
Senilwa clic la principessa Elvira
di Borbone sia altnaJihente grave
mente aurina luta.
LA FEBBRE GIALLA SI
ESTENDE SEMPRE PIU'
(Dispaccio Telegrafico.)
•NEW ORLEANS, 19. La feb
bre gialla continua a nniotore nuove
vittime e a diffonderai.
Nelle ultime 24 ore si ebbero -IH
nuovi casi e 4 fia cui i due ita
liani Ignazio 13uransa.Uo o Antonio
Ramos,
'A tufi’oggi si ebbero oltre 900 casi
e 104 morti.
IL TELEGRAFO SENZA FILI
IN ITALIA.
Il Ministero italiano della marina
oltre all’avere istituito sopra ogni mi
ve un apposito ufficio telegrafico per
Pappi inazione Ideila telegrafia senza li
li, sistema Marroni ha in questi gior
dispoeto per la distribuzione ai ri
spettivi Comandi marittimi di Spe
zia, Venezia, Taranto, Napoli, Mad
dalena, eoe., nonché alle due squadre
attiva e di riserva Popuscolo; ‘‘Tele
grafia ■-mz'a fili sistema Marconi'’,
p'erehé in questo venga fatta la rela
tiva istruzione per l’applicazione di
esso sistema.
NUMERO 248
The Only Illustrated Italian
Daily Newspaper In America
and the Only one that Prints
EIGHT Papes Dally , , , ,
M««*.4.A.aaaaaaaa.a
NEL MONDO
CELESTE.
LA SCOPERTA DI UNA
NUOVA STELLA.
Col potente telescopio di
Ycrkes.
leri messo a fuoco per la pri
ma volta.
Il prof. Barnard e Schiapparelli.
(Dispaccio Telegrafico.)
WILLIAMS JIAV, (Wis.) 19.
Oggi v stato fior hi primi volta mos
so a fuoco il famoso o gigantesco be
'lowopio 'ili Yerkes, il ipiù glande dal
mondo il suo obbiettiivo. avendo
14 inòhete di Uùunotror
Vi assidevano numerosi studiosi e
scienziati convenuti da tutto io ifiairti
'dellTnione, i quali aocoroli'iairono i{
valoroso l‘mf. Mainland, Direttore
dcill’ Osservatorio, mentre questi foc-e
va lo osso-nazioni.
fon moni viglia generalo il prof.
Iraniani annunciò ai prosanti eh’egli,
col fMvtenito telescopio aveva gii\ soo
fieirto una inuma sitellu, la terza della
cost olla zinne di Voga. Nella «uà ilio
desi in il l’nmf. dlarua.nl non lia volu
to darò alla nuova stella un nome
speciale, ma la eh m.mera hi terza ma
pugna di Voga.
munirò -scienziMo ha inoltre <«v>
■poito oltW itO muove nebuloso «il di
lit dello nubbueibulonecho sfuggirono
anello al l'osservatorio di Dica.
•• * •
Il l’rof. Ha maini é una vena glori;»
annorinuma. Fi.no alilo scorso an.no egli
apparteneva all ’ossi» r valori o ili Lick,
sul mrnnte 1 Lrmillon (sopra 'Ran .To
se) 'doro noi a vernino il piacere di f;t
re 'la sua conseeuza trt» anni or sono,
rimanendo nel suo Osservatorio per
parecchie ore della motte, mostrando
si sempre e» noi d i una cortesia seni
plioorneute squisita.
TI giovarne e illustre scienziato, no
to im lutto il moinlo scicntifico fair a
Ver »e<>|)orto il quinto satellite di Gir»
ve, ó un ani minatore ilei nosttro Beh
in |epars-l 1 i che si ritiene essere il
primo astronomo del .mondo che
visitò alcuni anni or sono a Milano,-
dove lo -SLliiapperelli dirige l’osserva
torio di Hrera.
Il l’rof. Marnard è uno dei fautori
'della teoria dei eanali nel pianeta
Marte, teoria annunciata per la /pri
ma volta Uallo ißihiapparel.li.
A 73 MILIONI DI HIOLIA.
(Dispaccio Telegrafico.)
bI'CK OiWE'IIVATOJtV (Sam Jo
sé) 11. I a nuova cometa IVmne
sc'<>i>c ria ila s|ui \sto iw-orvatorio tro
vasi «ru a "li milioni ili mi#H.i distali
te dalla terra. Ij;i cometa si allontana
da noi. I’eril Lodi novi umbro si sai ri
allontanata, d'i altri X milioni di «ui
gifa-
SULLA FRONTIERA
FRANCO ITALIANA.
Il “Matin” di 'Parigi annunzi»
clic il miniati» della cultura Jia deciso
la formazione, nei primi ili novembre
dei quarti Ikilitaglioni in .nove reggi
menti del XV Corpo d'annata.
piolmbìle che ciò si 'faerila an
che per otto reggimenti del Xl\ r
Corpo dannata, jioiohé— dico il
“Mat i'n” >non si può ritardare di
rinforzare la fromberà delle Alpi”.
LA CESSIONE DI KASSALA».
L’ “ Agenzia I taliana”, di Boon»
dice che la quistione dii Cassala sarà
risoluta più presto di quanto pareva
Le trattative per la cessione sono già
molto innanzi. Cassala sarebbe ocou
pat'.i da Iruppe miste, inglesi cd egi
ziane, che pei primi timi pi «irebbero
fornite dalla guarnigione di iSuakim.
Il (iov.-nio Italiano corns ai (irebbe
clic siano sturili hit i depositi di materia
li da guerra su quella parte lei t Tri
tono della Colonia che le truppe an
gio-cgi zinne dovrehliero tra versar a
per rectìirei Ha l !la Costa a Cassala. Il
colonnello Parsons sa rei übo incarica
to a pipumto '.li definire questa portico
lari!ii con le Autorità militari di Mas
sana.

xml | txt