OCR Interpretation


L'Italia. [volume] (San Francisco, Calif.) 1887-1943, January 03, 1898, Image 1

Image and text provided by University of California, Riverside; Riverside, CA

Persistent link: https://chroniclingamerica.loc.gov/lccn/sn85066408/1898-01-03/ed-1/seq-1/

What is OCR?


Thumbnail for

anno XU
IL NUOVO GABINETTO
DEL REGNO DITALI A.
IL VATICANO NON VOLEVA CHE ZANARDELLI EN
TRASSE NEL NUOVO MINISTERO.
«Hi
Cavalloni e Giolitti a capo di una opposizione forte
di 200 voti!
Malgrado ciò’ si ritiene che il Gabinetto Rudini-Za
nardeili-Venosta avra’ lunga durata.
(NOSTRE INFORMAZIONI PARTICOLARI).
ROMA, 15 die. Dunque, dopo
urea settimana di cresi—o meglio di
uva serico eli ersi, rena più laboriosa
dcffi’oltra siamo giunti alla evolu
zione che tutti vedevano e sapevano
unica possibile e pur fu l‘ultima a tra
durai in realità. Vol'l’av vento al .poto
re di Gimsspipc Zairavd ili, col riaiia
j a•( .1, iio oel liab.netto d d'on. di
Rulli ni e eolia continuata purt.vipa
zione al M.ìirsWo del Sere odore Hmi
lio VI- orati-Venosta, é tutto un nuo
vo eré n'f 'Tni 'iato ipofiUca quviio che
vion stabilito,
Cento il nuovo imi‘ór zzo di C oVe
nn o sa.rà pea 1 così dare —la risul
tante defila ceni posizione d i due for
ze ben indipendenti tra loro, di due
tendenze fra cui ben pochi sono i
ponti creatami e dii cui le stesse paino lo
che la definiscono “lilienitc” e “con
servatrice” suonano onntrad'diizionc
fna loro, gol valore preciso e determi
nn'.to dhe hanno assunto iti Italia.
Per giudicar «presto nuovo min iste
no, sono ieri sera apperra, manioeno i
doti sufficient], (dqfvond'O ciascuno sa
, r iTcrir ivi
manca il programma elio pneteilsi i li
miti raggiunti dalla comunanza dei
pianori, in questo nuovo concerto. A
ppdt.tic.BTio dunque, con quella fiducia
imparziale c benevola che deve aver
in simili cosi ogni Indipendento, ohe
é nteeesl-'ar'n poi a cibi s'i dii gr id un.!
gli avvenimenti da un punto di vista
così devoto quel é il programma di
questo giornale, italiano anzitutto
i n ri'gnii sua maini lost azione.
V i darò intanto urna notizia di levo»
rhea ipofiiitiVa nufientika ed importante
la prima forse che oonicerna il nuovo
Ministero. Il Vaticano 'ha fatto ri
petuti e forti tentativi presso la Corte
ed autorevoli pdrsninaglgi perché l’om.
Zanardulli, la sua “hetc-noiir” non a
vestse a riuscire e quando ieri Siena
vi si seppe Vcnivìtahilie evento, il Pa
pa si lamentò fortemente ed assiturò
che «direnante il prossimo eoncstoro
farà putta lidie al mando cattolico le
sue vibrate (e ahimè non nuove) que
no.kv IVr ora sii calcola ohe il Mini
stero possa contar su 300 voti; 1 op
posizione (cui CiàoOi't ti e Cavalo Iti so
no defili'tévr.nKnte passali i) su 200.
♦ * *
■K' op ni lore i. trcr.rie Mont 'i- to
rio rihc il muovo nrimstcno idi Endtinì
Znr«T.\'li avrà IhiingSuss'lrnai durata.
8(* il pal:lm etto farà semplicemente
forte eppure fortissimo, non si può
'tìiirre... Ora dipenderà dal vedere se
alla I) ‘-.tra ; ni- to<rie* ed ai re,l•
ili ext’ i-en triuzinali m tgi-Mi’.gerii
qualche frazione d'. •d’-r Snr--‘ra. Al
moironfo a-HnnaD -qwdo-uniti fa *nro-
Biumere, poche qual lie vn e 'dà opn i
<?iz*riue nel o'.i.n.po 'leda 'riiv-t a hi >lt *
ve ritenere una ciuf -'azione sola
ind’ilv'ibinile, r r qm-vri) "i -"vi tabrk*.
IM M r tri K 1 tì, He A. Prim it
ti T,e?va risrikitaincnte afTopposiziom
ma ei trova i’l suo impipomolto rido!
to, nerché d'iv.trsi dei suoi uni.elii e'-
suro doei-i o rimanere niella
TnirV r^Ì, oTnn7.‘ì.
Sii flfpn'oi ■cT'.O’ ti'Tvc , h>o ti ati t>o
riha domi-ta-tiì del gruppo Sommino si
pf*ji)nrriijn no dal combatterne il n*u>\o
iM in'stero.
♦ * ♦
Il progni mira polvi, 'co, concretato
tra K*• i-1 il e Z-anarVib. eooipr ude
ars Ite un progetto di rifórma elette
nulo.
TI progetto v rrebbe presentato al
In Camera in genna'o o feldrra-'O c s
kTi.mit'TiDbe prima dello vacanze osti
ve del 1808.
• •
Fra .srii on. di R-udinì, Zrimndudb e
altri neo ministri s, : é statai'Jo che co
sa debba fan? la Camera nelle poche
pollute die prCmlcruinno le feste di
■Natele.
Nella prima sceltala avremo sola-,
urente lo comunicazioni del «Governo
e l’eilezionte dtel presidiente delia Carne
ra che molto proli■«hiiluv urte san Ton.
Ulancheni. Nella s eosdia -i ri.jsrcndo
rè lo sv «Igruesio delle interrogazioni
non l'.oli i v-he e si stabilirà Lordine del
1:1 (il.-, lls sii (UT;* sud Pi lli, lùl'iz.ZO geli
del Gommo.
Due-tn •( liscili 4-ào ire .asseritala sei o
-ette sedute almeno. Si fi vira «■■•na
mente ecu un voto, dopo il quale ri
prender ansi le vacanze.
Si sarebbe pure stabilito fra i nuo
vi jn In’’stiri idi ch : ede,re che le vacanze
sónno brevi. Ks-c indonnili •ienebhero
il 22 o 23 Vccmbre e non andrebbero
oltre li 10 gennaio.
lì .j recedente minfiltro aveva deri
so in Trassi ma di chiudere la sa si mie
i'igennaéo; ma ora che iti (labi net to c
mutato, si sarebbe propensi a ofintà
mia i la fimo afilli finte di Luglio.
* * *
A Palazzo Trrcnze Ai afferma, che
IVn. Zainsrd'dli non accetterà alcuno
dei progetti giuldiizìarii elaborati tonfi*
l’nn. Gì an tu reo.’
Credi già itiovtK'inlha*» wrftifffTS'rilirT
ti. Zannidelti inv r oee presenterà adiri
progetti iniformati a principi piìilibo
ri. '
L’aKbanidiono defi progetto sul dami
duo coatto non sanifica che non si
penserà di riformane la iist.it ozio ne
del domicilio coatto.
T/on. Zanatrddli ha avocato a sé do
-tu Po di .questa riforma., speriamo la
r.is. iva non sferralo i criteri Pila
scuola penale .positiva dio sarebbe
davvero di'edeir troppo a. lui, “clas
sico" per cteeeddeinza ira secondo i
dettemi (die cigni seniola giudliea o sci
enti Pea dovrebbe rispettar sovra tntt
ti. 'dtePa srirnma e deT.ilU più sicura e
in d ipendbn te e'quii'tà.
Arnaldo Cor rosato.
FESTA IN VATICANO.
Il 60.m0 anniversario della
La messa de! Papa.
I REGALI DI ALCUNI SOVRANI
("Dispaccio TVlccrnfico.)
ROMA, 1. Oggi ci é stata una
gnau festa in Vaticano por la celebra
zione U, 1 60mo. ami i'wrM.irio della
prima messa del Pontefice Txrone
XIII.
Presero parie alla ceni moria tutti
i card ina li, tutta la Corta papale e
i rappresentanti di alcune nazioni eu
Topee.
Oltre a nnm'arosi regali da privati,
e corporazioni TeingVi-e, il Papa ebbi
enspVni doni anche da molti capi di
Governo. L" Imperatore Francesco
Gin seppe di Austria gli mandò 50 mi
la fiorini d’oro, chiusi in unanl Isitica
cassetta.
Il S- Damo di Turchia gJ’i inviò un
magnifico e grande anello- di diamon
ti. La Regima di Spagna offrì un cali
ec d’oro e diramanti, artisticamente
lavorato. Dagli Stati Uniti pervenne
una croce di diamanti.
Il Papa si trova in òttima salute.
ERA AMICO DI RE UflßPßTO
(D’<?pnrHo
NEW YORK. 2. TI conte Telfe
ncr, parente della Signora John Ma
ckay, é morto ieri a Villa Alba, vici
no a Roma.
Era un intimo amico di Re Umtaer
to. con cui godeva sposso molte ore
di compagnia.
Si era fatto un nome in Italia co
me ingegnere. Appretto ora, dietro
suggerimento di Re Umberto, stava
studiando di migliorare il sistema del
le ferrove itaìaine.
L’ITALIA, SAN FRANCISCO, CAI,., LUNEDI’ 3 GENNAIO 1808
GIORNALE QUOTIDIANO, POLITICO, COMMERCIALE
COSA SI FA IN CHINA.
La Gennania ottiene ciò’
che vuole.
La China sara’ suddivìsa.
(Dispaccio Telegrafico.)
-LONDRA, 2. l giornali Di <p»i,
tìiffemrajio Pho V lnghilterra, eia for
zeindo !a China per indurla, « far di
ehiareVe Port Arthur | un porto Ifhero
La iprcwenzu della squadra implose hi
qudlo acque servi iv'hhe «'.l ansie urnart
ialibcctàdi aoee-iso ai llxist hneinti iuef*
cantili.
ItIvRLT i N’O, 2. E* stalo ammmn*
ciato ohe la China ha ceduto allo do*
inamidi» delFamll ~se hr; oro tedesco a
Pechino circa In dost ituziome dui co.
man lattile ih Ila guarii igiene ili Tsao
Cham, provincia di (Shaiituny, per «J
ver il uvodeòno ussiti» ani linguaggid
insulinaulto contro i mis stoma ni tede*
s;"hi colii residenti. M (i nverno chinc
>•<» ha anm u «citilo telegra'fàeaUirute la
desi ituzionto del comandante.
T\l X)M \. \\ ash. 1 mi o
il vapore “Indrapuru”, q i-r voi il ente
dal Giappone. Ksso r.va ir. rizli die
ii China >-i slamino fai nido (itaili pie
parativi di guerra. Furono emanati
ordini per rad.loppti.re, entro dii g-ior
ni. tutti i ha la api ioni n ile provili ii e
mar i t me d ell’ limpero. Amelie nell'in
terno si starnino facendo vasti arruola
menti di nuove recluto.
Io Giiaippotio è generale l’opinione
(■’no una ri partizione dclila China ó ino
v it abil e.
ROMA, 1. La Famiglia R ale di
Italia ha tenuto o//i il solfito riwvi
'meato di'capo d Villino nel quale i
rappresentanti dot Sonato w della Cri
niera dei deputati prcs-rntarono «ni so
vrami /li aui/urii dvii rispettivi <'olir
soa* i.
Re Cmhcirto, rispondendo aW indi
rizzo d«1 Senato, d'si-v che il nuovo
mnosi era aperto-por l’Ttali'a '"’ito fe
Ilici e pacifici nu.apioi. RilspoanE lido ai
'Sputati, il Re rivolse loro empiilo af
fanelli non frapponessero alcun ini hi
/io nei lavori dell Parlamento.
Quando *l©te MHod o tarato E «
urty luulv 'uuiuutk» vuv ranotU« ‘O% tf>
A CURA
AUTONOMA.
Il GIURAMENTO DEL PRllllf:
MINISTERO.
Tutti i membri si inginoc
chiano.
fDispaccìo Telegrafico.)
he le mani del console aimcuik-amo L-e
dicendo al ni ed esumo in cattivo in/le
se: “Vi rim/razio.”
J>a priinm detWberazi'Oine presa diri
nuovo (Tallii netto fu la spedizione di
un iiiie.-i-a'/t/io dii niu'/u.rio alta Re/ina
Ro//cnl(e di Spagna. Tutto /procedei -
te qiuiiic tamonte.
ITALIA E HAITI.
RARIGI, 14, - Tn dispaccio da
l’orto l'Hineipe aij iNew York Herald’
«minuzia elle il Governo lltalia no ha
latto domanda a quietilo di Haiti di !..
400,000 d'; indennità'[**i ywviiuest.ro il-
Ic/ale «li un piroscafo e iper la vendita
del c.irii o; pili la punizione de/li as
sassini di un pescatone italiano.
Corre Toec che saranno inviate ad
Haiti alcune navi da /ucnm italiane,
(f.a voce é però /Unta smentita.) i
N. D. R.
NLW YolìK, 1. 'l Vii egro fino
da I «omdra ehoun dispaccio giunto in
quella cittì! retava la falsa notizia del
la morte del Principe tìisniarch.
Dex-.aunnhouo e sempre vivo o in
condì zàini di su luto Unni gravi. Anzi
c’ó ohi afferma ohe Bisunoreh si trovi
in Ottimo slato.
Ailcume notizie allarma nt i «rollo «la
to d i saint e dei Pnnieipe tpecial
mente stilile sue condizioni mentali—
furono «ili arie «liffuse qua.llehe tempo
fa,alai g'io.rmo, «noe, An cui l’cx-cam.ei'd
liere ricevette Iti vi.siila dei Prineip'
F.urico di Prussia che ilowva partire
por hi China.
In quella circostanza paro che B u
ina rrh «il thin manifestato con jwrodc
vivaci la .s,uu di.s«i| provazionie alila pi
litica dei! 1 Imperai ore Gugliiclluto: e
da mil nun i gomiti ufficiosi 'hanno
-per-a la voce duiràndpholiinWGWo del
' fa, olla meni tali del IV; nitri pe, insi
nuai idi* co.-ì che egli non era eomscien
I" di quanto aveva dello al Principe
K urico.
IL GEN.WHYLEH SI DISCOLPA
minnneelo Telegrafico.)
MA Diti D. 1. Il ( h>n. Weylrr.
che etU allatto arrestato por aver pule
hi ì Cattaui un miei noria le sud
■ le cose di ('.ii'lwi, contOiin'inte delle of
fese contro il (’residente Me Kinley.
Jsi é presentalo o//i all l’utazzo Reale
per preseli tu iv le su»* scuse at la Regi
na.
Rare sia stalo provalo cibo il Gru.
Weyier non ahi) a roiraxmcaito ai /ior
nuli il suo ,memoriale, che sarebbe
stalo, invece, preso da qna'llcun'O elio
-i introdusse medio stml'i» d<d (J on era
le.
IN SICILIA MANCA IL PANE.
(Dispaccio Telegrafico.)
ROMA, 8. La “Tribuna” rifar
scc che riditi provincia di Gir/eni;
Sicilia, ‘ono avvenuti vh»j disordini
causati dalla mancanza di pane. ! di
mostranti fecero fuoco contro /li
dii'iei muri oipali. Furono chiamate
fuori le truppe.
XU3IERO 2
i.o GIORNALE ITALIANO QUOTIDIANO
sulla Costa del Pacifico.
PUBBLICATO A CURA OfILA
-• SOCIETÀ• Unir RICH ITALIANA »-
PrtEZZI D’ABBONAMENTO:
Un Anno - - *O.OO
«e! Meni - - - 3-35
"l'ro Meni - i-75
Mene, in città,consegna a domicilio .< >o
A mio, MlTEntem - s «g. ou
PREMI AULÌ ABBONATI:
(•li abbonati in regola riceveranno Contis il
UJ'MMIe settimanale illustralo LA VITA; una
gì in t. aita (l'ltalia, una mappa «lella v. «'lonia
r.riirta e l'Almanacco annuale dell * 1 I ALIA.
re dazione f amministrazione ;
020 WASHINGTON 8L - R. Q. BOX 2554
BRUTTI
PROSPETTI
IN AFRICA
I FRANCESI IN VISTA DI
KARTIIOUI».
■ t 1
Menci ik vuol muovere verso
la Costa.
RAS MANOASCIA’ E*
SOSPETTO.
J ♦ _____ \
Troppo amico
terra. -
(nispnoHii IVlcsTaflf>o.>
L’AUCIVFSCfìVO DI NATOLI
E' MONTO.
("Dispaccio Telegi'iiflro.) •
ROMA, 2. I<” nnorto Moivigncf
Sii rmilli, A'nmowovo di Nu[k>ll.
Riapertici [wh-'o >{, , iiii<^ 1 %’»►!«».
Ili icoiiiiiii'ivMsiiiiitf IViimn, por
iu min* Viillk'-ri'l .fei < (immutopor K- suie »y
--vxsnU'iiire ifftillkint i, ji-iii<npt**rirnvu, colla
s-ia do I» Mei mio, <>h»‘ 'lo riccvoya
siiisrpciid'ni l Ti'ti-n» Mi'l'thm'ho d'i noiite. H«.
min tmU'ò n farlv min vis'iltidii giorno.
IAI '<lai(• h<- i, ohe il <llll 'I di ("1)111 voi’W
va ('(un <n<o‘l»iil i i diurno o signori doMa
l’orto, pi- Aiai (N 1 lei vnluiadel cgjnare
il lamio, gill :
Sig.nort», cho co-ti («('•renio qui ?
Il Tino borritili) da notte! —• ri
spondo I’;irii.sta.
HA \ KNWKE, un negozio «li
frutta, propria e vino ««Matto per
marito e moglie. Per informazioni ri
volperai al nostro ufficio.

THE FIRST ITALIAN DAILY PAPER
ON THE PACIFIC COAST,
CONSOLIDATED FROM
‘•La Patria” and •• L’Eco dei Pacifico".
INCORPORATED, AUGUST 1987.
CAPITAL STOC K : : .$30.000
Entered at the S. F. P. O. as Second Class Matter
ISSUED DAILY BY THE
-O ITALIAN PUBLISHING COMPANY
o. Al MAGIA* AND ISG. E. PATRIZI, EDITORS®
The Only Italian Daily that owns a Linotype
Maritine and is entirely set with it.
Offices: 6 29 ST.
p. O. no*• 2554 TELEPHONE RED 863
The First and largest Italian Daily Paper in the United States with the Largest Circulation among the Italians
!{(■ Mvmcl'.k d .Vhk-.s;niiai pare trovi /nulo n-1 !',i gmcrra, T)o>po /li effimeri '.iiick-'i '-si su] I'll aim, ri'no!» nuova
meTi'to in unni per indare eonitro /li a.iv/io-c/Vani <• per aiutane i co unta zionuli del IVineipe Knrico d’O,leans
Approifl't'la.ndo (dteJla nontoutnanza òho dimostra ora I’Jlullia |mt l'Africa <Mcmio '/li o’di'erni disdicci M.ne
lik vorjv'lylxi 'tentare un colpo verso hi Codia dici Alar Rosso,! '
RE UMBERTO PARLA
ALLE DUE CAMERE
(Dispaccio Telegrafico.)
HAVANA, 1. —— Molio pubblico
assisteva, oggi ai peli azze del Governa
ture dove si tenne il pii untimi emlo del
Primo iM .uìnero di Culmi A utonoma,
davanti all («overman ore, Gcn. Hlaiueo.
11 giuramento dot singoli minisi ri
venale 1 fai to ceni ama maino sulla Bih
hia e pronunciando, ini giiimoUeli io, la
formula died giuramento dii iVddl'.à ad
la Regima. nì'h.i Monarchia ed al Go
verno Bpa:gmioJp.
Primo a giurare fu il' Presidente
dei Ga.hiuetio, Senior Calve/..
Terminata la «•«'•cprin».t> a del Giura
mento, il Coiwmaiore Bianco dìitlra
ro inauguralia ramimhrist,razione mi
lomama di Cuba.
Dopo hi eeirinnoiva, tutti i presemi:
ass is tot uno affla tnc-sa ecl i eil>na | ia «Ini
\ escori> nella Cappella dei Palazzo.
Paliti i predili si i'iiffinOechiivrono du
ramile IVlpvaz ionie tì«*l iS.icrau inulto, «■«•
lit io i cnm'soli inglese e ti desco.
Noi congedami dai corpo consolare
[il MareseiflilJo Bianco stiriti.-,' ««ni ra.m-
SI VIOL BISMARK
MALATO PER FORZA.
Ma l’ex Cancelliere sta be
nissimo.
(Dispaccio Telegrafico.)
<\ 1 WO. I filili. 1. 1 hi*e roppp-.
nm-nti dii 1 rapivo rice*
vctitoiro t> Pi I j ii'i* kI i ifMitire per lu fnm-
I cui, ( Segnilo » Uiii'tn n«,'bi'/iU die i Dor
' | 1 i'c| ’• » rnno 'mi altro mov invent ni
'('l - > ii Noi'd. I\i lo Ul)l(iv idl'J (la
Omiluirman, ii pra'iide catnip») dd Ca
liffo. vicino « karlihd.uin.
I.()\ IH{A, 2. lii id epnamnmn
dill 'I uini P' i a die iordiijne4i parton
/a <ul iridi ni repifunemti d>i tru.ppo at|-
vi'iiuiie dialo 'perdu* m <*i*e
•I'D die la spediziono franticse é arri
vala lai vielnaiM/.a dii Kinrtihouim.
K(>M A, v, —Si alflfernui dio il rai
ndro italiano depli Affari Ksßeni Ira
ricevuto rnfortnaziomi secondo I,* q,ij n
li Ite Aleno Wk dii Ahj-'sifi a 'ha diianrta
lo solito le armi le mio riserve per
iimadairkì in aiuto dd'li spotliiiouia
Inani'.ni* mrdi’ Afrik a ei|iiialoriule « ijver
facili tare il pia no dd noto u f
l'ittiso fonilo 1 A'unt ii 'TU', tìovoniialtor*
delle |»rmiiiw4r dtoll’Afi-tra rJfnWtefja-
Si afferma (dio lo sfossi o Mondik si
nik'il.tA a capo di im corjvo d’rsoinoi to
c m a ove là oo ni no ms iManpvifiioià, op
ti laim lamie dd Tipitf, la parai provin
(’ii Mem ■li k vorrei duo aininetle'nài. Ida
Ma niesiis(*i(\ si irei da* ci ilp,; vide, dami il i
a Menoiik, idi nini rire troppo srimiwitio
l'W I InjcJn ltemi. Si affeimia poi dio
lo sin suo Mondik, facondo ii.s-vp’n.i
niento .-’ini dlsiinfomoft-e dio l'l tal'ia (l -
mostra al Inalwonltc vttwi l’A fritti,
mollila imi avanzaimemllo verso la co
sila dd Mar 'fost-o.
IVI l»(i, .'I Izr sped iznonk* fran
cese lia occupalo doshoda, sul Nili
a Idi miglia ni -■.itti di Kut Hi orniti. Si
ii'ninnn a di»* i francesi) «taiano di
sco udendo il fin'me,
I pio'noli di '('alino eons Mora no II
mn-ii'onli) u sai pravo ecoDis.ipilia.no la
spedi/ore di majppiori forze.
I IN GRANI )I; TEDESCO E I.’ITA I IA
AIT c ■ MKcil|l;r/imni in:v indi'si dal mi-
iilail'iiiiiin» <li4l« Istmi
z>kiin<f‘ ipcir vi sin» Tillnstre
(“twM'o (''l l -ii'i» Ini rÌH|Mw|'o«IU Ghbiilot
t (‘'iillni ini d'ivij uWaio:
“ l*\ tvl'iiiityAi,
“•imi'. l -cu ci n Iti JM'voldi» i rvYc
rpn'i <- 'uui rin' Miv • - ii•. r.ui dii ieri ih'imm
i.'H’iiaiit'o 1114 r
vojpl:m <■ .'lcpc cil l !* »[’<t I’ll (•
■ !'v Til' ,i ( ,i Hi -«•. n;’vi ipaifrti <> I>■ nirnti'f
rii nmr (I'li'imito ini iri'nunro'la vi*h.
“IN i '!■’ S
“ D I imi
M oniims

xml | txt