OCR Interpretation


L'Italia. [volume] (San Francisco, Calif.) 1887-1943, January 15, 1898, Image 1

Image and text provided by University of California, Riverside; Riverside, CA

Persistent link: https://chroniclingamerica.loc.gov/lccn/sn85066408/1898-01-15/ed-1/seq-1/

What is OCR?


Thumbnail for

ANSO XII
THE FIRST ITALIAN DAILY PAPER
ON THE PACIFIC COAST,
CONSOLIDATED FROM
“La Potrla” and " L’Eco del Pacifico”.
INCORPORATE!). AUQUST 1887.
CAPITAL STOCK : s £30.000
F.ntored at thè S. F. P. O. as Secoml Class Mattcr
ISSUED DAILY BY THE
ITALIAN PU3LISHINQ COMPANY m*-
G. Al magia’ and Ing. E. Patrizi, Editors.
Th* On!y Itali an Daily that rnvns a Linotype
Mac lune and is entìrely set ivi Ih il.
Otfic?s: 620 W \SHINCiTON ST.
p. O. BOX 2514 TELEPHONE REO 359
L’ITALIA
IN CHINA.
INVÌO D LNA iìlVlSIONENA"
VALE?
Una conferenza interna
sulla quistione chinese
(Nostra corrispondenza)
ROMA, 30 Dicembre 97.
A. CERVESATO.) — Ieri ebbe
luogo una conferenza tra Budini, Vi
sconti- Venosta e Brin circa la que
stione dcH'Estremo Oriente, che va
assumendo proporzioni gravissime.
L’on. Visconti-Yenosta espresse il
parere ehe si debba mandare nei mari
delia China una divisione navale.
l'ino a pochi nomi fa pareva che
il (inverno Italiano volesse disintcros
dirsene, ma ora, avendo tutte le gran
di potenze europeo, c gli stessi Stati
Uniti, mandato delle squadre nel
Mar <«iitilo, l’Italia non può restarse
ne in disparte. Essa manda mie squa
dra in China per cercare un diritto
da far valere, e non per difendere dei
diritti che disgraziatamente non esi
stono, avendo ben pochi interessi in
China, dove esistono gruppi di italia
ni, ma non colonie, nemmeno di mo
desbi importanza.
Intanto una nave da guerra italia
na, (anelile parte della divisione del-
I Oceano Indiano, ò già in viaggio
NEI DINTORNI DI DAWSON CITI, IL CENTRO MINERARIO DELL’ALASKA.
pi r la ( bina.
Dal linguaggio dogli organi officio
si si deduco clic l’Italia accetterebbe
la. convocazione di una conferenza
per la questione chinese. Anzi pare
<*lie il Governo Italiano lavori per la
convocazione di tale conferenza.
In seguito a telegrammi ricevuti
ieri da budini pare che l'Italia man
derà altre duo navi.
CRETA ANNESSA ALLA GRECIA
(Dispaccio Telegrafico.)
COSTANTINOPOLI, 14. — 11
Sultano ha accordato oggi una udien
Za a M. Zinovieff, ambasciatore rus
so, il quale fece una importante co
municazione in riguardo alla Candi
datura del Principe Giorgio di Gre
cia a Governatore di Creta.
Se il Sultano non si mostrerà osti
le, la Russia proporrà l’annessione di
Creta alla Grec ia.
• •
PEH1M, 11. — Il vapore inglese
Dimora"’, diretto da Southampton
per Bombay, ha incontrato una nave
da guerra tedesca c he aveva perduto
gli alberi.
La squadra tedesca, al comando
del Principe Enrico, lasciò Port Said
il 5 Gennaio ed è in rotta per la Chi
na- *'*.;! vi
LT T A L l A
The First and largest Italian Daily Paper in thè United States wìth thè Largest Circulation among thè Kalians
RIVOLTA 1NJI AVANA.
Gii Stali Uniti pensano al
da farsi.
(Dispaccio Telegrafico.)
Il AVANA, li. — La situazione
diviene sempre più grave. La guarni
gione a stento può iar fronte ai riot
tosi. A mezzanotte si è dovuta chia
mare fuori la cavalleria.
Occorre una speciale guardia per i
capi del partito autonomista e i mem
bri del Gabinetto di Cuba autonoma,
perchè le loro case sono minacciate
dalla ciurmaglia.
Anche il Consolato americano è
sorvegliato temendosi un attacco da
un momento all’altro.
WASHINGTON, 14. — 11 Gover
no sta sempre in attesa di notizie da
Ilavami per decidersi a prendere de
cisioni energiche.
Il pensiero di Mc.Kinley, nella qui
stione, è questo: se gli ufficiali della
Spagna compiotassero contro l’auto
nomia, il tempo per l’intervento de
gli Stati Uniti sarebbe giunto.
ELEZIONI GENERALI IN
ITALIA?
Il Vaticano già’ si pre
para.
(Nostre informazioni particolari)
ROMA, 28. Dicembre, 1897
(A. CERA ESATO) — Domenica
vi fu in Vaticano, sotto la presidenza
del Papa, una riunione di Cardinali,
nella quale si discusse intorno alla
eventualità che le elezioni generali
politiche possano essere indette pros
simarnente. Queste preoccupazioni
papali significherebbero ehe questa
volta si pensi sul serio di permettere
ai cattolici di prender parte alle futa
re elezioni.
11 concistoro avrà luogo verso i pri
mi di febbraio. Oggi si dà come certa
la nomina di sette nuovi cardinali, di
cui sci italiani ed uno straniero.
Contemporaneamente al concisto
ro avrà luogo un movimento nella di
plomazia della Santa Sede.
Nel discorso pronunciato dal Papa
l’antivigilia di Natale, mancano, co
me avrete notato, le violenti proteste
che taluno annunziava, contro il Mi
nistero, si vede dunque che il clamo
re degli intransigenti non trovò in
Vaticano l’eco autorevole o solenne
che si aspettava.
LA DUSE FA CIRCA 200 MILA
LIRE IN ITALIA.
I
Leggiamo nel giornale “Il Prosce
nio” che Eleonora Duse ha, per venti
rappresentazioni fatto in Italia, incas
sato 195,371 lire.
I/1TALU, SAX FRANCISCO, CAX, SABATO 15 GENNAIO I8J18
GIORNALE QUOTIDIANO, POLITICO, COMMERCIALE
1 REALI D’ITALIA
IN SICILIA.
Per il cinquantenario del
la rivoluzione.
(Nostre informazioni particolari).
ROMA, 30 Dio. 1897.
(A. CERVESATO.) — Si confer
ma la notizia del viaggio del Re in
Sicilia.
Sua Maestà sarà accompagnato an
che dalla Regina.
11 viaggio è in occasione del cin
quantesimo anniversario della rivolo
zione siciliana (13 gennaio 1848.)
Il ministro Coceo-Ortu assicurava
giorni sono che il Re entro il 1899
si recherà puro in Sardegna.
Accompagneranno il Re in Sicilia
Rndinì o Gallo ministro della Istru
zione Pubblica c deputato di Girgen-
IL SENATORE TABARIN! E’
MORTO.
Era uno dei piu’ illustri
uomini di Slato.
(Dispaccio Telegrafico.)
ROMA, 11.— Il Senatore'l’ulmn'i
ni. Presidente del Consiglio di Stato,
i è morto.
Marco Tabarri»! era fra i più iliu-
I stri c vecchi nomini di Stato d’Italia
j Aveva 80 anni ed era nato a Poma
■ ranco, provincia di Risa.
Si era fatto mi nome come lettera
lo e come nomo politico. Da giovane
fu ufficiale dell’esercito italiano e
prese parte alla guerra per l’Indipen
(lenza d’Italia.
Eu a più riprese ministro, Preside»
te dei Ministri, Presidente del (’onsi
glio di Stato di Toscana, c poscia di
venne membro del Consiglio di Sta
to del regno d’Italia e era presidente
di una Sezione di quello.
Fu nominato Senatore nel 1811 c
fu più volte uno dei Vice-1'residen
ti (lei Senato.
Rese grandi servigi alla letteratura
italiana ed alle scienze. L'Italia ha
perduto con lui uno dei suoi maggio
ri figli.
PARIGI, 14. — Gli studenti di
legge hanno fatto quest’oggi un’altra
dimostrazione ostile a Emilio Zola.
Percorsero le vie della città e si reca
rono sotto le finestre del giornale
“l’Aurore” gridando “Abbasso Zola”
Il conte Esterhazy doveva oggi es
sere riarrestato perchè accusato di a
ver rivelato quanto avvenne durante
la seduta segreta della Corte Marzia
.. L . *-
ANCORA CONTRO ZOLA.
VATICANO
E ITALIA.
LE SOLITE MALINCONIE
PAPALI.
la Repubblica in Italia.
Il Vaticano si compiacerebbe
trappolarla.
(Dispaccio Telegrafico.)
LONDRA, lò. — J1 eorrisponden
te da Roma del Daily “Chroniele" si
occupa di un notevole articolo com
parso nella romana “Civiltà Catto
lica”. giornale notoriamente ispirato
dal Vaticano e dal Capa, nel (piale si
dimftdra come Tistaurnzione della
Repubblica in Italia è la sola soluzio
ne delle quistioni pendenti fra il Va
ticano e il Quirinale (!!)
L'articolo basato sulla allocuzione
papale del Natale, dichiara die la
cosa la (piale si oppone alla indipen
denza papale non è TCnilà italia
na, ma la speciale e contrita forma
in cui tale unità è mantenuta, con ri
sultali assai più disastrosi per lo Sta
to che per la Santa Sede.
L'articolo continua asserendo die
l'esistenza del Vaticano e della Mo
narchia è impossibile e che Tulio o
l'altra debbono andarsene; e suggerì
sce le costituzioni della Svizzera e
degi Stati filiti come esempi di “co
stituzioni gloriose ed ammirabili, ve
ra unione fra stato e nazione, quan
tunque differente da quella d’Italia,
la (piali* non ha prodotto nulTaltro
die debolezza, miseria e fame".
L’articolo conclude:
“Senza l’aiuto di baionette forestie
re. la vera Italia troverà per sè stessa
mi via propria per risorgere alla vera
grandezza, dall’ignominia (!!) in cui
ora si trova prostrala.
Il corrispondente del “Daily Chro
nide" asserisce che in quelTarticolo
c’è la rivelazione al mondo esteriore
di quanto si passa nella mente del
Cardinal Rampolla, Segretario di Sta
to del Vaticano.
E aggiunge: “Probabilmente non
c’è nulla di vero nella supposizione
die il Cardinal Rampolla o il Papa
abbiano intenzione di una tempora
nea alleanza col partito repubblicano
ma sta il fatto che mentre un'intesa
fra di essi e il Ite d'Italia è impossi
bile, detta intesa potrà essere possi
bile con una repubblica.
La comparsa di un tale articolo
nel momento attuale fa credere che
non solo il Ministero, ma la stessa Di
nastia è minacciata più seriamente
che mai.
• « •
Se è ridicolo l’articolo delT“fniià
Cattolica’’ di cui si parla più sopra,
più ancora lo sono i commenti del
corrispondente del giornale londine
si 1 , il quale deve avere la testa nel sue
co per dire le grullerie che telegrafa
Charles Johnson, l’ardito ladro olio scappò alcune settimane or sono
dalle prigioni di Salina» e che fu ricatturato ieri nella nostra città.
al suo giornale.
Il partito repubblicano italiano —
Insogna largii questo elogio - è pa
ti iella per eccellenza, ò italiano fino
alle midolle, non certo meno di
quello che lo sia il partito monarchi
co. Quindi fa ridere qualunque sia
pur pallida supposizioncd'unaccordo
anche temporaneo — fra esso par
(ito e il papato.
Si sa bene a che cosa mirino tutte
queste stupide e stantìe querimonie
e pretese del Vaticano e dei suoi tira
piedi: finchò il Papa non sentirò no
bilmente e altamente la sua vera mis
sione nel mondo cattolico e si servi
rò della religione solo come mezzo
per esercitare illeciti poteri e rompe
re le scattale aH'umanitò. fino ad al
lora nessun partito italiano potrò
scendere a patti eoi Vaticano.
Segua il Papato la sua vera missio
ne e nessuna sede sarò per esso mi
gliore di quella attuale, in nessun al
tro paese sarò più rispettato che in
Italia.
LA STAMPA ITALIANA B
LA NOSTRA “ITALIA. ’
<,hn I brillante <' competenti* gior
nalista dii' è (Jenserico (Jranata.stani
pii neH'nltinni nmiifi'o (Iella stia "Se
dia Fletiridi'" elio ai puhliliea a New
York :
In occasione dii Capo (l'Anno
l'oltiina consorella l'“*11alia" di
San Francisco California lia puh-
Idiealo ima speciale edizione di •„’«)
pagine eop copertina a. (adori e
splendide illusi razioni. Nel emigra
fidarci con la. consorella della Co
sta del Pacifico per i progressi gi
ganteschi falli in questi ultimi
tempi e por lo spirilo di intrapren
denza veramente americana, del
quale gli Kditori Alrnagià e Ing.
Patrizi hanno dato prova, non pos
siamo u meno di pensar»* melaneo
nieamente all»* condizioni infelici
della stampa quotidiana dello co
sto (hdl’Atlanfioo, ove il giornalis
mo quotidiano »'* tutto ciò clic di
più turpe e di più grottesco si pos
sa immaginare.
• • «
K il “Vindice’’ di Pneldo, Colora*
do scrive nel suo ultimo numero:
Onore al inerito ovunque sia.
Il numero del di Dicembre del
riTALIA di San Francisco, »'• ve
remeiite un “tour de force”, tipo
graficamente e litograficamente
parlando e quantunque vi sia in
amhi mollo del “reclinoff»'*” e re
plica, ciò nulla meno l'ITA M \
mostra di avere assai ciò che gli
americani chiamano “enterprise”,
equindi la "ltalian Pnhlisliing Co
potrebbe all’uopo rispondere ai eri
liti poco benevoli le parole: “(Jo
(limi, and do likewise"’, ciò che eer
(ameni»* e “fante de rnieux'’, farei»
he zittire anche dei giornali ben
più abili e pretenziosi del
“V indie»!”.
Ai due coriesi confratelli i nostri
miglimi ringraziamenti, la nostra più
sentita rironowrnzn.
VUMERO 1S
l.o GIORNALE ITALIANO QUOTIDIANO
sulla Costa del Pacifico.
PUBDL'CATO A CURA DELIA
: -• SOCIETÀ• ciurmai italiana »-
PREZZI D'ADBONAMENTO :
! Un Anno - - «li.ao
[ Mei Mc-«l - , J5
[ Tre Meni - - - -, 1-7*
ì Un Mese, in cilik, consegna s domicilia .< H »
J Un Alimi. nll'Ksitero - :
PREMI AGLI ABBONATI:
/•li abbonati in rcgol.i riceveranno (.'•'mffx il
; Riornale settimanale illustrato I A VITA; una
; u 1 t» Varia d'It.ili.i, una miop i il» Ila to’loniu
; r iurt a e l'Almanacco annuale dell I I ALIA.
! REDAZIONE E AMMINISTRAZIONE J
; 020 WASHINGTON 8T • P- O. BOX 2fi54
..AVA.» . A...-
LE LOTTE
SOCIALI.
IL GRANDE SCIOPERO DI
LONDRA.
La solidarietà’ fra gl’operai
inglesi.
La minaccia d’uno sciopero
generale.
LONDRA, 30 Pie. — Ogni nazio*
no europea ha in questo moment*
sulle spalle il pondo di una grave qua
si ione; ed ognuna di questo questioni
corrisponde perfettamente ull’am
hiente in cui è agitata. v
lai Francia, la patria dello scucia
le e del "canard”, ò semi-impazzita
nell'analisi dell'enigma Dreyfus-K
slerhazy; l’Austria ha la lotta dello
• azze' ed il fallimento parlamentare;
la Spagna ha la quistione cubana, il
carlismo e la minaccia di un premili
riamente; l'Italia ha l'operetta comi
ca. ...
Ma delle coso italiane non compe
te a me di parlarne ai le(torir.\
lai grande quistione in gl osonò m
questo momento il conflitto fra U en
pitale ed il lavoro. Questiono queÌHa
a cui senza dnhhio mancano gli ele
menti drammatici o comici rii quelle
sopra accennate, e che quindi intere*
sa meno il pubblico avido di scusa
‘tion" e di colpi di scena. Ma poiché
si crede, o si dice che esiste pure mi
pubblico più serio e più solido, c che
anch’esso ha diritto alla sua porzio
ne di quella tavola imbandita di ioti
zie che e il giornale quotidiano, eosl
non sarà male di riassumere e spiega
re una volta tanto i termini della qui
stionc inglesi*, che in fondo ò assai
più seria e più grave delle altro.,
* • •
Il telegrafo vi ha tenuti giorno per
giorno informati degli svolgimenti
per cui tanto la quistione dei metal
lurgici che quella dei ferrovieri bob
passate. La società inglese ii già passa
fa attraverso a parecchie gravissime
lotte del lavoro, del l'agitazione cicli
sta allo sciopero dei minatori nel
IHiùJ; ma nessuna di queste ha solle
vala tanta inquietudine, fante preoc
cupazioni (pianto le due, quistioni, i
due conflitti attuali.
K queste preoccupazioni, queste
inquietudini non sono tanto in rela
zione eoi danni ed i pericoli speciali
che le due contese involvono,, quan
to con mi loro carattere generale. La
società inglese è ricca e le sue indu
strie sono sempre fiorenti; hanno di
fronte alla concorrenza estera ancora
il cani II ere di monopolii. Il capitale
inglc e può riparare facilmente ai
danni che l'industria metallurgie i
soffre da cinque me: i. Lo sciopero ge
neralc delle ferrovie è, nelle eondizio
ni attuali di i tradunionismo ferrovia
rio. improbabile, anzi imponibile; o
le Compagnie ferroviarie, elio finga
no il cinque e il sei per cento in un
par e dove il (ns o generalo non è su
perirne al due e mezzo per cento, so
no ben armale contro qualunque m ; -
naccia.
Ciò che preoccupa maggio- "e-o‘ *
il pubblico c gli osservatori è la !• e
denza a generalizzarsi, ad estendersi
che appari* nei due conflitti di eri
parliamo. Sino mi ora le lotte opera v
inglesi erano sempre state nettamen
te definite e specializzate: gli open i
di una industria, gli impiegati «li li
na compagnia ferroviaria avevan >
sciopei alo. erano entrati in lotta pei
loro interessi speciali c colle sole prò
prie forze, senza spiegare la bandi •-
ni rii una questione universale, seiua
ottenere un vero appoggio organizza
to degli operai delle altre industria
c degli impiegati delle altre compa
gnie. Nello stesso modo i capitalisti
di una data industria, o una data
Compagnia ferroviaria, trovandosi in
lotta coi loro operai, non avevano da
sperare nessun appoggio dai capitali
ali di altre industrie o dalle Compa
gnie sorelle, che, secondo le leggi del
la concorrenza, cercami anzi di profil
tare del i.i.iua ito e deH’ccccasiono.
(ha, nel casa attualo questo stata

xml | txt