OCR Interpretation


L'Italia. [volume] (San Francisco, Calif.) 1887-1943, December 08, 1919, Image 7

Image and text provided by University of California, Riverside; Riverside, CA

Persistent link: https://chroniclingamerica.loc.gov/lccn/sn85066408/1919-12-08/ed-1/seq-7/

What is OCR?


Thumbnail for

ISTITUTI BANCARI
m
Riserve
leder
Membro del Sistemo delle
- ■ WWW! Mil |
La pili «rande Banca Italiana negli stali Initi e i„
I’EIMA ALL’OVEST Di CHICAGO
venata
«•pravaaN e profitti Bua dlrUi, oltre «otìW* 0 * 0 ®
Attività, oltre 'miSHSS'! I ***
LIU’ DI 170.679 DEPOSITANtT”
lf»l CENTRAI,»: 85S MONTGOMERY STREET s w n.,,-
• UCDUKSAUBi MAJUvET ST, ir rii r " CALEr
■JIU-AX9 Ut* A MOADWAV, I4th Si. * ' Mt Z ... „ ,
»*kitLKl Ita a.rtk iprl., »tn*t,
ftOCXTO» ”
lANT.V RO«U
bolli IT3K
TitVAMO MERCED
MADERA
TIATtKA oliato r
uUH WORM «APa ian josb
***** « *i tenero »w c«nWna
REDWOOD CITX
SAN MATEO
•ANTA CLARA
i
V/
1
{ITALIAN AMERICAN BANK)-
COMMERCIALE E DI RISPARMIO
Andrea Sbarberò, Presidente
RAPPRESENTANTE DEL BANCO DI NAPOLI
Spedizione di danaro per qualunque parte del mondo.
UFI-ILIO PRINCIPALE:
4SU Montgomery Street Angolo di Sacramento
SUCCURSALE:
Angolo di Columbus Ave. e Broadway, San Francisco, Cai.
»A • v^ooocvjocxxxxxxykoriootfacic^ocx^x^Qnnryinfv^Dryirv^y^^
f COLUMBUS SAVINGS AND LOAN SOCIETY
I 700 MONTGOMERY ST. SAN fRANCISCO, CALIF.
-M
*
(
ì
IL, *
«
m
% f
»■ ■«i
rf
\
G. BACIGALUPI
Presidente
della Banca Colombo
ISAIAS W. HELLMAN
Presidente Onorario oafla
Banca Colombo e Presi
dente della Wells Fargo
Nevada National Bank of
San Francisco.
I. W. HELLMAN, Jr.
Capo del Consiglio
della Banca Colombo
e Presidente della
Union Trust Company
ww DIRETTORI
< •KJAT.CPI, Presidente CHARLES J. DEERDTQ, Vlee-Pi esiJoule
a AI. I EH DE MARTINI, Vice-Presidente W. 11. lIARTWEZI., Pa.sier»
• Dl'.. D. E. BACIO A LUPI, SIDNEY M. ERMAN. ANNIE CUNEO o
in
in
gas
y
55 AH
vh WJDCM^' - ' WT
05
'”1
%
K*
r l
««QbCOCW
-9
0
v-r
Ah
3
-
2 COLUMBUS AVE. SAN FRANCISCO CAL.
IN OAKLAND e SANTA BARBARA CAL
rmcA mncA popola/??pool/ sw/om
5F INFINE L’IXZKMA K* CULATA ~mi
MERAVir.UOSA SCOI’ERTA MIMA MEDICINA
I’W ZEMA, I’IRIIITAZÌOMI . le M U.ATTUI CKOAM 111 della I'KI LE,
hanno delusi I vostri dottori per anni, ora sono curabili grazie a que
nir ravlglloso t XCìtEMU IT.RI.
1 as; di EC/.E3IA che durarono per tre anni furono C I RATI In parec
chie settimane.
Li AGL EMO PFÌRL è la CIRI per Pmema nenia, rmemn oronlen,
•er/.|.|i, n lufaullle eil nitro nIiiiIII malattie «lolla pelh*. I. (Lineai -'viabile
valore nella cura di lentiggini, pustolette. ulceri, “barber’s Itch*', eco. e’cc.
altri rimedi non curarono od alleviarono le vostre sofferenze, mu»
i "'rdt-te i.t speranza o non credete che vostro caso sia incurabile l-l >-
;■ 1 vro l’l Rl M GUARIRÀ L Se sbaglia nella cura, la MONETI vi sar.l
Rimuohmaia.
Scrivete e descrivete la vostra malattia, domandate l’opuaeolo contenente
** testimonianze e le fotografie di coloro che sono stati cui ali. Noi par
liamo e senviamo correttamente l’italiano, non v’è bisogno d’interprete,
tutte le vostre comunicazioni saranno strettamente confidenziali e segrete.
indirizzale le vostre lettere all'inventore. Prezzo %‘L <>".
I*l Ut OINTMKXT CO., 1.13 Richmond St., BOSTON, MASS.
ém *
’-1
r-.t. tt,-a
re
A
il
vj
tLt V » p.t OtLM
SPERAmto
9>
indi (rizzate
I inventore
HRt
TESOR
IJUa I» V f.l Of.,
1 mici RITROVATI sou ‘cjujfÀi .mt rp itici iatillibili coulro
l£ MALATTIE CARATTERISTICHE PERSONALI degli UOMINI e delle
DONNE, le rucisttie crinari -j recentio croniche, cistite, uretrite, prostratile, re
stringimento uretrale, catarro e infiammazione della vescica e del canale uretra
le, incontinenza di urina, avvelenamento del sangue qualunque sia lo stadio, ecc.
Durante i lunghi anni della mia pratica e, precisamente, dal giorno in
cui ho incominciato la mia carriera professionale, sempre mi fono imposto,
come debito di coscienza, di non raccomandare cura di sorta a qualsiasi
cliente se prima non ho accertato, con profondità' di studio e con esattezza
scientifica, il suo caso individuale. « «
Esorto perciò' quanti intendono trar profitto della mia esperienza, di om
limitarsi a darmi l'ordinazione formale di questo o dì quello fra i miai
RITROVATI farmaceutici, ma di indicarmi, nello scrivere, la loro età, la loro costitu
zione, la loro occupazione, il loro genere di vita, la durata della loro malattia, le cause
che là produssero e tutti quei sintomi e schiarimenti ohe valgano a mettermi in grado
di accertare la sua gravita’ e natura. «
IMPORTANTE.—Io parlo e scrivo correttamente l'italiano, e non ho bisogno d’in
te.-prete. Voi potete parlarmi e scrivermi nella vostra propria lingua, e le vostre comu
nicazioni restano perciò’ strettamente ed assolutamente confidenziali e segrete.
FARMACISTA KRONBERGER
r p. o. box no. ioitoi, Man.
*• >t vi i\. >\\ ruwusro. cal.,li m:im. s imu (iiiiu:, i»*i9
AVOCATI
n. I’. \mi;s ~
i A -nVUNIA.
'-’rarlo limi. „ ' "" * rauctaru
u-i
7*
I’IMItIUK. VTTI NOTUUIT
tkst.wievi i
siicixsmM <> i.itinnx
*>lp!»rHll,ro,„ I i.lorlntlo.|,r*:«| ( .
Banca d’ltalia
M - Mmitffunirr
PiQucUro
Coreri it.-
•km ,*enr»
«vx'ueatl per pi,i sn „i
dus" ‘ienorV o l ‘,’lwlK^:
' allu no»tre succursali.
v;.- ~n a mu,,.,
M V, 1 ■ « ■ • Bldg
>ner\ st*. si-in‘e ViV'wh, e Mont go-1
D-iiulun am bto-hO4. Telefono
imiklhn aio,
-JOHN j. MAZZA
AVVOCATO K NOTAIO IHBNLICO
C pur» |V ”I e testamentarie pro
i» fU,e Pei' la Svi:'7er:t .. n».»,.
Hama Popolare No. - Vo
lumtmg Ave., smi Francisco. Cal.
Telefono Sutler <W7w
Oo t! PVmiklla 412 T
ip ii Vn« n dall f y A M. mie
. m«x 2 o t lorn o Domeulra “' erto •'">
AVVOCATO
CLAY PEDRAZZINI
DOTTORE IN LEflow
Joseph C. Ridisi
ir ia »«• . Associato con
E D V» A K U A. O • n K A
Avvocai! I'cnnlc c Civile
Cai n ifor n U Per i enZa ne ' le r, ’ r ’ l <**'l“
California bi agguatano p ardite
CAUSE cVvti ai '-•-dent ,11
•' T lÒSTA M KNT.X RII :
...If f l f 1° ACUII Id I I M DI'
MERCHI, ElM’ K -.invio m;ha
-'“"e lu «lIP li- IU
SENTINEL 81.D8., CAMERE " ,
Sesto ri.ino
Kearny e (ninnili». dlrlniaetl»
■' K*«riiul.. tillin’’
TELEFONO: DOUULAS USI
K. M. BATTO
intbkpbbtb italiano
timi oItIIi e criminali, Ammeai
In tutte le Corti dello Stato. Racc<
r‘Ìorl' la Nn delu Corti Bup,
rlor! No. 111-11 Ausonia Building, s
dlrlm »«”o alla Barn
Per farvi ottsnei
Kearay 4A4A r ' u * <lln * 0 »* L Talafon,
LAVORI 0! DENTISTA BENE GARANTITI
TI TTI I NOSTRI LAVORI SO
XO GARANTITI PER 80 ANNI
Il nostro Motto è: “Buon la
voro a Prezzi Ragionevoli."
LAVORO 1)1 “BRIDGE'' *5
CORONA, ORO SOLIDO g!j
RIEMPITURA
L« nostre estrazioni nono addi
rittura senza dolore. Vi ridi.mio
U dinaro «e vi f o riamo del ma*
Si parla Italiano. Gli am
malati che «tanno fuori di città
possono avere i loro lavoro
terminato in un giorno. Il no
etro ufficio è aperto alle dome
niche e di sera.
ir. CRAI. HENRY 9TIIB
Succ. a ALVEOLA It DEM AL CO.
2CO Columbus Ave-, angolo Brouilwav. S. Inuicisco, Cui
TJfiLEFONO; DDK.LAS .‘{«ltt
POMPE FUNEBRI
FERRARI & ALISON
15ift STOCKTON ST.
Telefono Dourlm 41 IB
&
•a Ditta Italiana più moderna di
Pompa Funebri. Carro funebre auto*
■ uno l'itten/.lone personal#
i tutti 1 funerali. Pressi modirstl
V ALANTE* MA HIM, CERATA,
-ERRAR! & VICTOR SBRACIA
POMPK F V R B I R I
Telef.t «3T
MI UHI.KJÌ ST. SA* FRATCUOO
Fra l’owei: • Stockton Street»
ire:» ! I»S \ I.Bt TI4H MISSION lIUBT
Vicino alla lO.* «trad»
LEVATRICI
i'. 1.1 ha Hvu I til o//!. I.evatriee bau
nil't ulverwilO ili Haa. '.interi
i*« : partorienti I ffiv io rea Menta
I7U.A l'oaell SI. Tv let di.. Kcurili .'in»;.
iLBINA im i i \ MOKA Lavatrici
'lamenta nel li K. Università di à‘iaa.
} r telo e estden-a UUV. i.raul Air..
! Tv!cf(■ 11>■ Kraru) Itti.
'Midi I*1»T«M-T(M( i levatrice
amen* jum parti - LT:.- e rcsldeu
-710 l'ilbert M. - Telefono. Dou
-ina to IV.
LRTIEIA M viti il li. lev mi. tee Ca« {
i . i i KIH
Stock t«MI 9t« U
I Telefono Krurui Stilli.
MUXOkA Nirui.RTTA MARMISI
l'ora la aia anta par maatu dalla ua
.acoltà tutti mitiche ohe asaa penai ad a
*>«/ dono di natura. Casa privai* oon
lé camere. Ottimo trattaoianto. Mu
ra aro tifili (tear j at.. «(««• "‘-«■«lata,
( ni., Telefono lla> A lew Whi.
Alivi.lV 11 V/7.1 01.1, Ir» n trice Ca
mere per partorienti - Healder.;i e uf
fici' I.V.S Mockton SI. Tele».Mio Ilou-
Kln* l"4 Oro dull’ M poni.
DENTISTI
r, un uarrn, orati
— *;• Kearnj .t _ Telefono;
>.r> rß7 sot* _ ORH '‘VFFICIO; dal
• • • .ni. ali. I pom. Domatilo* a.i.
i. • ant. alla 1, m.
u*. uioTAiam s(a*ma»im). ovati
.<* Ora di ufficio dallo • ani. alla I
f"m. Ma Calaaikna .1». Angolo di
«J.aat Ava. Aparto la Domarne*
dall. < alla It Tal: Mattar
DU. F. A. CARI 1 AGNI
DIENTI STA
Ì}f*® angolo di Stockton
Tei. Garfield INoit, San Frecci eoo. Cai.
Dii. VITTORIO COKI l
Chirurgo.Dentiate
i , x ° r * rt’Dlflclo: dalle F an; alle 6 pom
| Donienl.-.i J.-1J A. M Martedì e Ve
nerdì dal.' 9 A M allo :> P. M
Telefono: SI TTI.II 2-USI
144,1 ViOfKTON ST *. l ItAM IM O
Zellerbadi Paper Company
HVTTI'.m sr.. HVN IRAMIMO
la pili uni iole c finn vnmnierrlale di
( nrtn ni mondo.
( VKTA Pilli ()l Vl** I V I * I |SO
rurtwt.ra -*
tot talaaikae Ava. vlataa a Raarav v-
Telefono; Kaarar «ai,
noi.MUTIMI MUTI 01t01.111.U O
k spun oo
Aliltoaanirnta Annui. t^.oti
Srl mirai «Ilio
Trr mini 75 Solili
il (111,1 Alili S AVI-;. SA\ IItAM ISCU
Funerali ‘Gota’
Il Servizio (iIIDKAI
ilbbraeeia dillo lo Stillo.
11. Il \ 1.1)1 111 I\ I, Oanuuer |trr lo sin.
hlllniriilo, ni ;ior* Coluiiilmim \\«*.
dAKL.V M > \o. 2210 \\ elvnfer nireei.
MI K UHM.Noi |_ MiiHMtfrr per Hfoek
litn, l-.ldonHtt • l*i»|tlnr Mn.
ì,< » - w* ;i:i.i \o. ''-T Ho. l'imifrii mi.
I I I MIO l‘ltl NI ll* II I i
Il \ \\ \|sn Wl. Sun Fi iificimro
t. i. t , >miKi:r 711
H
PREZZI if’ >1 >Kfl ATIKHIMJ
ci mia a < \rom;\o
M 2 6fh Hi.. lor Myrtle Hi., Oakland
Voi.; Oak Mi* - Filiale In Han I eandre
i al. Teief. Malo mi
Unica Jnrrayrt
»a di Pomp*
Funebri Italia
na nella Con
tea di Alarne-
QOeafa Im
v preti* di dedica
» /unerall nella Httà di Oakland.
H.-rkeley Richmond ed AJaiueda.
Gl KKKIM COM PAM V
la |i In grande
F \ MIIKH % Mi
\ irti unii III:
negli H. I‘.
Kipa/razioni (Fo
gni genere. Cata
loghi gratia a ri
di, le ala.
277-70
Columbiia Atrnue
4. Franeiaeo, l ul.
G. GALLFA//J
K FIGLI
Fabbricanti e ripara»
tori in qualunque ge
: eie di Armoniche
I-remlato calle più
■ ite onorlficAue • con
13 brevetti.
176-47 H Jarknun M, S. F ran* laro. C al.
L’ITALIA t II giornale che ha la
più grande rlrr»la*loue di tuffi 1 gtor
■ all atamiintl In Ila*** straniera
ve»t di Chlea*»
MEDICI
iML DAVID H ftAUUAI>I , L
klmrt» UM'denu t7O Union *•
- Telefono IrAuLll.. Utflcl
Alititi, 21 Voi «mi («ne ll*. AiU)
* a 114 >.—Ore dalle * » Il al' 12 ant
- alle 4 peni. Tel Krorn» istHk
mi. I. 11. Il Al lt« Al I I*l. Alriliru
-1 i> li ni ....
Viwl ItMSi \\f*t | n»i
i Iti- in Mrdlrnl lliilhllua, WiW llytle
s » * Ore dalle 3-.’ |».»m. » .»tto la Po
• nerica Telefono: Krimklln uh». Ile ea.
•'ito si Francie Hospital. Tel.
Frank! j n tì4<; |.
I>K« O, lIOUHÌMNO
Drilli 11, | ul«rr*l(A Ut Torino
•<5O (oluabiia A % e., >. I'. -Oi e vi affi
do; 11-12 nnt, e 2-4 poni. S»*ra: 7*B.
Telefono: IOTI.
DK * • H. Illlli « N|hs-Im(1iIr ili *»«•.
I ■' ", « HI. miMo «• uoltt. Metileni lllda.
II > Ile A Htiuh - Telef. I rnuKllu IHJ ».
OH. T.MIUO 1». URI M (l—Medico
| lUrnrgo, Hprrlnlintn In Ulneeolouln-
Pffioé" «Vsi Green Si. Telefono Kent*
n> iS4.i Kmer«eno> Went (4M
Uee WfH sii».* nI!K DTKITCIO
'V 12 ani e 2-4 a 7-S pom Do me nice
12 ant.
4ftl« Università* «li Tonno
(*»4 ««tUtriui- irgolira alla ('Univa viali* |)eio-c «Irli
Università di SunloiJ. MAI. V l TIK !>:■ I I \l*|* vK \io
>U.ERKNTK, Dfcl RUM fcD- I I KRO-oVARIdD .
MIRI RUI \ ADDOMI\ \l l . Ufficio: lO* GIARA
>T.. ( Vivido a SuK-kton St. > ORE DTFKI » «,«!•'
dir 4 seigiorni feriali. *4 alla il .r «, ». » ■
Ha Donimi» a. Telefono Arila ‘ Sun- IreeMin 2213.
m.KFOND. perleorr ,Mu4« Hrurn» 17 H, Ki .
lelle et* d’attìviu (kro iato tuaUonaiol rrssk!in 2 IMI.
uh. giiiiu.i.i.a *
Itili t olii mimo Ave.* *>. I'.
HA assistente fai » Sitvi/.u- il l.el
termali Cenciai li -pila! Specialista
n chirurgia. Uaggi X Ufficio Pal
la l alle 4 poni I.umidi e Venerdì
«He •» alle S poni, Tel. Slittar 1974.
DR, CAV. A. DE LUCIS
Arile Unirei».là «li 1 otUo, Gsni>«a, P.« i «.». ■'o .inni
*»’«ip«-fie.iii• 15 i»i 1 in o*r. militari e chili 4'(talli.
r jià uH, fu«*J Pivi. Co» -vitti VO, Mrmh ,» Causi gius
l> *Hm ■ ti S . S li. iin\\ . , gt >
MAI A! Ili delle doni». Sistema aroosa,
Polmoni. Cuore. Reni. Pelle e Veneree.
Orctld-:: A.M. 2-i P. M. SOS UMtMbm AVL,S. F.
OR. M. ISNAROI
Dr.O.S.Kucich
Appi'n» giunto dal suol Minili «no
duli in un Ospedale e i oli»»
filo ili New York
S|irc(«ll*i« per Mulinilo tienilo Uri
narle e %lnlnM le tiri Munii Ut*, lll
nutriti dell ti Cevrini ( rlnulorln e
ilei lluKiionl, >1 ti Ih 1 tir «Il Donne e
lli Intra In. K, stato chirurgo effet
tivo del San Francisco il..spimi
I” stato chirurgo per autopsie nel.
la citta di San Francisco E
sta
lo chirurgo aggiunto del San I ran
cimo Hoard of .Health W stato
Istruttore di medicina alla Univer
sità di California.
Il Dottore Parla Italiano
I ffleli»: FI.(IOl> 111 II UINU. nugolo
«Il Slurket e Timcll N|n.
Entrata: Stnn*n *t».T, ott » Piano
*hii Frnnclne«t, t olir,
lire d’Ufflclo: dalla l allo !t P. M
e dalle 7 olle K i* M
Telefono I fflelot lidi Ul 2KN
Telefoni» «Il lleelilenent \UM 1-400
DII. MiIOHIO il 1 1 111 ITI
Specilli ini «i per le iimlnllle «(«•all
ni ('ll I—olii.* < DII —N uu e DOLA
OHE di ufficio
Dallo 2 alle 4 poni., oltre ore per »p-
I ihi m mento. Will Kritrii» **• I *iu I•»
lutti hit h tic. I« ) Ir U «HI ti» unni
lira rninpect «loI«S.
DK. Il viti
Ufficio. 12 0-1.6 <
Ring. First e s.iiin
d ufficio dalle 11-12
pom. Tel. s. .1. UDII «
i. \ i i i «
Ut
ani. dille 2-1
**. .1. .VII7-K-12.
lift. ATTILIO MLBANTH. Medico-', hl
rui’|<t —• Ufficio- R?fl 4'olontltitn A ve,
»re d'ufficio: 2.4 poni, eccello le fe
su*. Altre ore mediunto apponi smanio.
Domenica: dalle 0 alle 10 ani Tel uf
ficio *«1 iter 14.T2. Kch D2l Jone* MI.
lei I rmiklin IRMI.
Ilr. Silvio .1. Onesti
Medico-Chirurgo Ufficio Mantlnel
lllda* Olrt Kefir ny R(.| Telefono uffi
cio Domtlnn Ti.Mi (ire d’ufficio dalle
2 alla 4 pom ; Uesldanza i.'iut» Wnnh
liiKtun MI. i Tuia font» Franklin 17141.
Ur. R. HCIKAPCSA
Sp«« telisi» delle Malattie della Gola, del
Naso * «lelle Orni hie.
Ore d’ufhviu. lull.* 2 all*- 4 P. M , r (GUISA
Ij DOMINICA
SMO «,RPf N SIRI fi. Anv.dn di ilaikton
Dir lo no Garfield 2121 iran< imo, Celti
Spechi list s» per la Vista
Dr. V. 4. <|l ART All ARO
I UH» Sfoci, ton M(. Ul ti d'ilfflclo &
Angolo Vallejo snt t SO porn.
un. M( AI’AIIOM: - Ufficio «rotlnel
Illda., mr lu ninr e Coltimlina Ave.
Oro di ufficio. 10-H A. M. 2-4, 6-7
P. M Ufficio Telefono: Dan* Inn 4.142
MAGGI \ Telefono residenza. Frank
lin r.i» Resldan/a iho.t Junn Nt.
»r. E. BGOKSFIUA
aumoo-oÉmi ito dalla k dm
« rr»ltà di ( ■eno va A. - :..iha pa
io malattie dello donne e Chirurgo
le(«rale PACUt X 1 tD--l«»
tu tier Hlda LUI Ntoohfoa St-, r|r|n>
* Deary h*-*fo nfano camera 401-401
ire d'ufficio: I k Plla 1 allo I pimi
Tolofonn Duai'u it\2 Faort iaii«
ore d undo H*arnr iaia.
Docnnil MTA lIR
Oprefnlloto urlìi innloltle del hamhln)
Ufficio o residenza' 1V44 Union MI.
Telefono: Franklin 70M Ora dalla
i glia t pom. - Jail* 7 allo • a par
appuntamento.
Dr. Ov)SF.Pn VIBALLI
- 22nd §tt., ang. Foleom
ORR: 1 2 e 7-1 Dornonlrhha 11-11
Telefono: mMMiDFV 2hxa
I)r. K. I IMIMCIXO
VII IHI <»-( MIMI lU.O. (OSI, «|,|
ri il «‘io: i Ho itkst htncct. t«i
Hnn Jane (ILI - T> I ll* suit .Dine 1147
• tre d'ufficio 10 II :«fit 3-1 »• 7- *1 pom
Domenica dalle 10 ani. alle 12 ani
Rlaonata od 4 e ere dito to
» IBMtCtA C4USGARIB
ASM i. »DJ KB4MT A PACIFIC
lo pia eoeeaio Forwaofo Vtollaoo
lull* ( osta dot Pael/teo
Da FARMACIA CAGBOARIB
pure Depositarla il tutto ia •pe
dalili Medicinali Fra&oeal • Hpe
olale Dipart imanto par apedlalooi
In campagna. —• Tal. gearai lina
«.ARIHA IDI Olir A
FARMACIA ITALIANA
vm-I.*» Coluuihiin Aie. «nn Fram-lero
Assortimento di medicinali esteri e
na/lonall Massima attenzione nella
prepar i/ione del e i lentie I fflelo po
«talc. 'Tri. Ruftrr r*H.M. uccutsule lo
• itirNiuralit, 2-0 li Nt.
|.e«-«r~*e Al. i.\ r fatela
■ I •■lei
ADDICIAMOCI
Romanzo di Matilde Serao
M'MKKO IK
PW di- M I
!•'. an nomo. da < ui’dlpendc la ope
rai! /.a ?
ST
Io lo conosco**
M i Anna si mise un dii nullo lab*
bffti «coannandoit it » ttosn i n cam
lim ilo mi s qulllato K Stalla Mar-
Uni udì sgorga r« del petto di Anna,
da ’le bui i i rbra con \ alee, alio iqill
10 di tpiol cam panello, una ivc'laina
ion«* Bt va ?. ini a
Oh IMo’
Oho «volo ’ disse Ih I tin tra
salendo
Nulla, nulla mormorò Anna,
smarriti, pannandosi II fazzoletto sul
volto quasi a dissiparne l.« emozio
ne. Andato puro di la . .
Vi debbo biadar «ola’*
Vo tu* prono lanciatemi. nono
troppo confasti, un volo momento di
pace.
IO vorrete di IA? disse
Stelli, esitando ancora
Verrò verrò quando potrò,
da ridiventai calma.
Stella Martini so ne andò piana
mente In al ito. tesare Dia* mo
strava a Laura, molto attenta, le vi
gnette ilei Vinaio illustrato e ambe
due sfogliavano lentamente le gran
ili pHKine nere e colorate del lasci
colo Idas salutò e domandò;
K Anna?
Ora viene di use Stella, che
era ancora inquieta
- Sta bene?
Cosi . rosi ...
Non ala bene, forar ? odile
se lui alzando la testa
Non mi pare ma vedrete voi.
adesso
Quel due ricominciarono a inar
dare le iurlatolil. dio erano as<«.ii
belle,
Stella li laselò. silenziosamente,
volendo relaro quello che Mentiva e
temendo ebe non le riuscisse
Mentre Cesane IMa« e laura At
qnaviva con» nenia vano itoti ua pa
tolti le lllustrazioni, entrò Anna, con
un passo leggerissimo.
In verità, ella mentiva battere pre
clpltosainentft il «no cuore e l suoi
polsi e non ebbe neppure la fornai
di «aiutare. Si scalette, dall'altra par
(e delia tavola, senza far rumore,
pass.indotti con un moto consueto
dei suoi minuti di a suor hi mento, gli
anelli della mano destra alte dila
della mano Miniai ni. guardandosi le
mani attentamente, come se le ve
desse per la prima volta, come se
vi «Porge* certo misteriose lette
re tracciate > uU'epidermlde Coloro
non si accorsero di nulla; finirono
'di vedere il figaro illusi mio, e Dina,
riponendolo sul tavolino, disse;
K* proprio grazioso
Grazioso proprio soggi unse
Laura, approvando.
Allora videro Anna
Dias la «aiutò, con un sorriso a
inabile e le chiese;
Corno state"
ltene ella rispose, con una
voce un po’ debole.
lai «Ignora Martini mi dice
va ebe non vi trovava bene ..
K’ Il »uo affetto. . . mu sto be
li Issi aio ni( nuotò ella mortifica
la di ((nella premura In cui si vede
va solo la pietà, nient altro So
no un po' nervosa
K la temperatura: lo scirocco
spiegò liias, diventando «übilo
freddo.
SI. lo sol l'ureo ripetette An
na parlando ionie una sonnambu
la
Guarirete col «ole.
Guarirò col «ole. . forse
replicò ancora ella macchili a Ime n te.
Laura eli* non aveva Interrotto
quel dialogo, chetamente, cornei ern
11 Hlln . "lIL., I H\ o •• M .t n '
Amia side belve che restava sola
ton Cesare irla: o fece una mossa,
a. trattenere Laura
Ma la voce non le usci dalle lab
bra, e la mano ricadde sul tavolino
Tramava 0 ira EMi hi vvatét
I «B |MO .Hit'
la pai palli i bina, immi i affando i
quello sguardo e a quel aorrlao
Non hi può negare che egli vedos
se quell'emozione tutta quanta, v
e!»e non ne godesse un fioco.
Però, c||;*se fra se che quella kco
na ninni non si polca prolungare;
lauto che. facendo un conno che pa
rea riassumesse un di*‘orso passato,
pronunzio con tono bggero, dove
non mancò un velo di gaiezza
, mate?
Khsji lo guardò, «barrando gli oc
chi i; senza poter parlare, fece un
I gesto che indicava un'affermazione
i larga, di cosa fatalo.
Sarei curioso di sapere il per
chè? osservò lui, (tempre con la
stessa Intonazione, giocando con la
medaglia antica sospesi alla cateni
na del suo orologio
(•’lla gli rivolse un'occbiata di sor
presa: ma non disse nulla.
- Già, Il perebA soggiunse
Dla« • VI deve essere una ra
gione, quando si ama una persona.
0 non un'altra. Ditemela perchè lo
ho forse qualche viriti di cui non mi
sono mal accorto. . .
Anna, confusa, pallida, lo suppli
cò tacitamente con lo «guardo: non
Io aveva «congiurato di non burlar
hì di lei, di non adoperare lo iw*ber
lo contro la «uh passione? Kgll In
tono © immediatamente:
Bennate, Anna: ma ho la catti -
,va abitudine di non prendere sul
hot io molto cose, che sembrano se
rie agli altri; «metterò, polche vi
1 fan male l miei scherzi. Ma non di
menticatelo: un giorno o l'altro ine
lo direte, il perchè mi amate.
—* Perchè siete voi e non un al
tro ella disse, plano.
La ragione è acuta e profonda
osservò Dias, con un fuggevole sor
riso mu lui bisogno iti mollo oro
ili m -dittinomi -per rswru conprMu
B mi ameivto uni uraluiraio, seni
prò?
Sempre olla diami, q vuo»
tIHHFsI •
l'osso dirvi una cuna, dio vi
inni dupiaeoro? domandò lui,
fra lo sa fiordo e In serietà
Oltola olla cospirò
Mi pare, senza farvi oNuaa,
ohe aiate un po’ vola Mio , non ò
vero" Anolui un anno fu. erede»un
ili limar qualcun nitro eeniprv
t’oiivenlto elio lo «veto porroUamsn
to (limoniirato K fra un unno qua
nto altro sempre, il mio «ompre, iti
duino cosi, fin «ir/i"
Ma «i erruotò Con un i>atlore tor
roo ilio la aveva llwa violetto porsi
no lo latiliru. oou gli ois-ht pioni di
lacrimo. alla pareia 11 li por Isi uni
ri». lauto qnollo scherno Invela .in
siala
Bjtll so no accorse so gli pollivi»
«laro una corta noddlslurlone il ved
rò rlii> olla vibrava sotto lo eua pa
role quart corda sonora. non ora
l>uis un uomo porveino o non fneov»
mulo a nessuno, wiu.i rutrlona
VI Ito fatto troppo dispiacere
» vero.' vNull.v annota tanto, quanto
la verità . Non o neppure la ve
rnò? Allora, corno voi fatate Ma
sorridete mi poco, eolo un poolil
no: non credete rito solo lo lacri
mo aleno iiitvivemilUi «Me grazio
sa. «nullo quHiiito sorridete
K la in (olivo, dominola da quella
voce, (la qiiolla sitperorlt V st anlmo
elio trapelava da ogni parola, fra le
Inerirne <ln- le velavano k» sguardo,
sorrise, montai «invaile, .ma sorrise
Dunque, umore eterno" e-
Kll rispose K ohe farete «uni qno
sto?
Null'nltro elio amarvi
K v i linala ?
MI davo linei are risposti
Aun .1. fermamente
Vi c-unlonuile con facllll.i -
Moggliuir - egli eoa una cena Imi les
ta K sanilo «afiipre «osi mode
sta nelle vostro speranza"
-il,avvenire ò nello mani di Ino
disse olla, non avendo II uorag
gin di montico
Ali . . ecco, volevo dir# Dall av
vanire voi siterai a qualche ohui: «I
(.rimonti non vi eontentarante, ausi
non vivreste I,avvenirli, bel latto!
Cloe leu venti anni: lo sarò dom
inilo o «irò id legno, come quel I raw
Ameioli, re di l-lgtlto, sols men Ir di
timi torniva . . Ct «vote mal pen
salo alla vecchiaia?
-Non ni un pi irla olla disse
par me siete giovani
K dmrel aulirvi uovvero?..
(Questo è lineilo ohe. desiderale da
me! egli domandò, con nu Ironia
Notati ma
ln non vi ho chiostri nulla,
non mi umiliate olla eoggiunsa
semplicemente o Neramente
Egli s inelmoi. un po' «oororlato
H volle tentare di cvueoltrlu. per
eompansiimo, In un «lini modo
Mise lu lutino nella liue-.i Infurila
del suo soprshilo e ne e.vvò fumi
un portafoglio rosso di hulga.ro lai
apri e ne prese le tre Istlere eh»
atta gli aveva scritta;
Ho pensalo - disse, leniamoli
lo ili portare eoli ma quatte lei
leni, HI disperdono rosi ramine nlc
le lettere, e lutilo (aeilnomlo le lag
goiio gli estranei Dunque, nieoom»
lo su quello elio edili engolio. e voi
dovuto aver plaeore di riprenderle;
vo le rmlltuisuo.
K gliele porse, gnu Filandola, ire
dando di averli- dello nnu rosa gra
ziosa. o gentile.
Klla, però non riprendeva le let
tore, non distendeva lu iinuiu. dispe
rala ull'ldea ehe, a Ini. -proprio, min
gliene IDi pori a use ululile di con-or -
varo quelle earle. Uovo ella gli «v«-
va ion (essalo di amarlo
Stinti itti rosi raro l- -oro quest»
lettore, quando si ama!
K Invano ella tentava di armarsi
contro la Indifferenza di Cosare
Dia.-,. Invano, p niellò le «enihrava
una sofferenaa Inaopporlstollo »
quella Unta le aim presse sulla fisti
nomi u.
—Ma come- esclamò lui
non vi fu piacere di avere questo let
terò? Ma butte lo donne non dosid»-
r-'ino nitro, quando le hanno scvilte,
che di riaverlo!
(Continua I
Questa Settima- j
na Lavori di I
Ponte in Oro da ;
$lO per $2.95 j
Garantiti per I
tutta la vita |
L’ASSO DEL DENTI STI I
942 MARKET ST.
VICINO LA BANCA □ 'ITALIA ■
SI PARLA ITALIANO « ■

xml | txt